Home Guide Oli solari bio per un’abbronzatura naturale

Oli solari bio per un’abbronzatura naturale

1139
0
oli solari bio

Per proteggere la pelle dai danni del sole non esistono soltanto le creme tradizionali, ma anche molti oli solari bio: la ricerca scientifica in questo campo ha fatto passi da gigante e ci propone creme del tutto naturali e oli vegetali estratti da piante che offrono anche un fattore di protezione.

Oli solari bio contro i danni del sole

È bene sapere che i prodotti biologici sono in grado di proteggere la pelle pur essendo composti da sostanze del tutto naturali, senza l’aggiunta di sostanze chimiche, coloranti, conservanti o profumi. Oltre a ciò bisogna tener presente che la maggior parte delle creme solari da supermercato sono altamente inquinanti oltre che tossiche per la nostra pelle.

Se preferite, potete anche optare per degli oli solari bio in alternativa alle classiche creme. In questo caso, ricordate di applicarli con largo anticipo rispetto all’esposizione al sole in modo che la nostra pelle possa assorbirli. Gli oli solari bio svolgono egregiamente la loro funzione assicurandoci tutta la loro naturale efficacia.

Che cos’è l’Indice di Protezione Solare (SPF)protezione solare illustrazione

Anche per la scelta degli oli solari bio, la regola da seguire se volete essere certi dell’indice di protezione di cui avrete bisogno è molto semplice: il filtro è proporzionale al tempo di esposizione al sole. Ciò significa che il filtro solare con SPF 2 ad esempio, indica che ci si potrà esporre alle radiazioni solari il doppio del tempo rispetto all’assenza totale di protezione, cioè prima che si verifichi la possibilità di un eritema cutaneo. Con un SPF 50 solo 1/50 delle radiazioni UV penetreranno nella pelle.

Tenendo presente questo schema, non sarà difficile immaginare a quale protezione sottoporre la vostra pelle. Basterà guardare l’etichetta e scegliere il più adatto a voi. Sono quattro le categorie utilizzate per indicare il fattore di protezione:

  1. BASSA: SPF 6 – 10
  2. MEDIA: SPF 15 – 25
  3. ELEVATA: SPF 30 – 50
  4. MOLTO ELEVATA: SPF 50+

Per approfondimenti consigliamo di leggere le raccomandazioni della Commissione Europea in materia di protezione solare.

Gli oli solari bio e le loro proprietà

  • Olio vegetale di Semi di Lampone Rosso (SPF 28-50)

I semi del lampone rosso contengono acidi grassi, omega 3 e omega 6, antiossidanti naturali e vitamina E. L’indice SPF dell’olio di semi di lampone rosso è pari a 4 ma Anthony J. O’Lenick, nel suo libro Oils of Nature, lo cataloga come un olio dalle magnifiche proprietà antinfiammatorie, con un SPF che varia tra 28 e 50.

  • Olio vegetale di semi di Carota (SPF 35-40)

L’olio di semi di carota è un olio essenziale con poteri antiossidanti, antisettici e con un elevato tasso di vitamina A. È possibile spalmarlo sulla pelle diluito nelle creme o in altri oli e prodotti: l’olio di semi di carota vanta un SPF pari a 38-40.

  • Olio di Germe di Grano (SPF 20)

L’olio di germe di grano fornisce elevati valori di vitamina E, ma anche vitamina K e vitamine del gruppo B. Spalmato sulla pelle agisce come un buon idratante e antiossidante. Il suo SPF naturale è 20.

  • Olio di semi di soia (SPF 10)

I semi di soia contengono elevate quantità di acidi grassi essenziali, proteine, lecitina, calcio e ferro. L’olio di soia è molto idratante ed ha un SPF naturale pari a 10.

  • Ossido di Zinco e Diossido di Titanio

Si tratta di filtri minerali che schermano tutti i raggi solar.i Non essendo selettivi, costituiscono una barriera che riflette tutta la luce non provocando quindi il surriscaldamento dell’epidermide.

L’importanza del doposole, qualche consiglio green

Oltre agli oli solari bio, la natura ci offre numerose alternative per mantenere l’elasticità della nostra pelle. Per ottenere dei risultati davvero concreti non bisogna sottovalutare l’importanza dell’utilizzo di un buon doposole dopo la doccia. È ancora la natura a venire in nostro soccorso fornendoci due oli totalmente naturali in grado di idratare e lenire la nostra pelle.

  • Olio di elicriso: svolge una potente azione antistaminica, decongestionante e lenitiva utile a molti disturbi della pelle. Indicatissimo per chi soffre di psoriasi, herpes, eczemi ed irritazioni. Grazie al suo alto contenuto in flavonoidi, svolge anche una potente azione antiossidante. Imbattibile come doposole.
  • Bisabololo: si tratta di un alcol che si ottiene per distillazione dall’olio essenziale di camomilla ed è solubile in olio. È un prodotto fortemente calmante e addolcente. Va utilizzato a freddo e dosato fino all’1% del peso totale della preparazione per sieri ed emulsioni.

 

 

Per approfondimenti leggi

Prodotti solari fai da te, qualche ricetta

Scottature solari, cosa fare per rimediare

Come ottenere e mantenere l’abbronzatura

Come preparare un doposole fatto in casa

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento!
Inserisci qui il tuo nome