Home Scienza e Tecnologia Anche i gamberi soffrono…d’ansia

Anche i gamberi soffrono…d’ansia

365
0
i gamberi soffrono d'ansia

Anche i gamberi soffrono d’ansia: lo dimostra uno studio effettuato da alcuni ricercatori francesi dell‘Università di Bordeaux (CNRS) che hanno dimostrato, appunto, come l’ansia possa insorgere spontaneamente anche negli invertebrati. In biologia, l’ansia è definita come la risposta istintiva allo stress generato dalla paura di eventi futuri e nessuno prima d’ora aveva mai pensato che questo sentimento così complesso, potesse essere provato anche dai crostacei.

I gamberi, invertebrati ansiosi

I ricercatori hanno sottoposto alcuni gamberi ad una serie di scariche elettriche molto brevi per un periodo di trenta minuti. Ovviamente, dopo un po’, tutti i crostacei hanno tentato di fuggire dall’acquario. I ricercatori li hanno poi spostati in un ambiente del tutto nuovo dove i gamberi, spaventati, hanno scelto di nascondersi nelle zone buie. L’arrivo di altri gamberi che non avevano subito l’esperienza traumatica, ha dimostrato la tesi di cui sopra: essi hanno esplorato tranquillamente l’intero posto e hanno preferito le aree più luminose.

Pascal Le Figaro Fossat, responsabile dello studio recentemente pubblicato su Science, spiega: “L’ansia dei crostacei impauriti dura circa un’ora e mezza. Poi, generalmente, tutti i gamberi riacquistano il loro normale comportamento”. Gli scienziati però sono andati ancora oltre, somministrando loro un farmaco simile ai comuni ansiolitici: nonostante la loro esperienza traumatica, le cavie hanno iniziato ad esplorare il nuovo labirinto come se nulla fosse accaduto. “È stato, inoltre, registrato un aumento di glucosio nel sangue”, dice Pascal Fossat. “L’alto livello di zucchero nel sangue è la prima manifestazione del sentimento dell’ansia: la paura del pericolo deve necessariamente trovare una reazione. I neuroni danno la possibilità di rilasciare zuccheri che permettono così di aumentare la rapidità di movimento per poter combattere o nascondersi.

L’ansia, un vantaggio evolutivo

“Scoprire un’emozione in un animale così primitivo, ed in una forma molto simile a quella riscontrata nei mammiferi, è una grande sorpresa” dice il biologo. “È probabile che l’ansia sia un grande vantaggio evolutivo. Pensare che si trasmetta ad una grande parte del regno animale è tutt’altro che assurdo”.

“I gamberi sono creature che lottano violentemente per stabilire una gerarchia. Il vincitore sarà regolarmente sfidato per difendere la propria posizione di supremazia. Questa battaglia cruenta indurrà certamente ansia nella loro vita”.

I ricercatori vogliono infatti stabilire se le loro interazioni sociali così violente, possano indurre ansia cronica o depressione in alcuni di essi e possono farlo proprio studiando questi invertebrati : “I gamberi sono animali molto curiosi, cosa che facilita di molto questa esperienza”, dice Pascal Fossat.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here