Home Stili di vita Benessere Il Wellness tra entertainment e business, parla l’imprenditore Eros Baruzzi

Il Wellness tra entertainment e business, parla l’imprenditore Eros Baruzzi

82
0
Wellness
Il settore del Wellness in Italia stenta a causa di superficialità e impreparazione. Ma come costruire una SPA di successo? L'imprenditore della Urban SPA Palace Eros Baruzzi ci spiega come.

Secondo un’opinione diffusa tra i visitatori delle SPA, queste strutture vengono spesso considerate alla stregua di un luogo spensierato e divertente. C’è del vero in questa convinzione ma non bisogna dimenticare che il Wellness è, anzitutto, un’attività imprenditoriale con il preciso scopo di fare business. Proprio per comprendere la fondamentale relazione che lega divertimento ed economia, siamo andati a intervistare Eros Baruzzi, proprietario della Urban SPA Palace di Imola.

Eros, direi di partire da un presupposto fondamentale: il wellness è un settore dove non ci si può assolutamente improvvisare ma dove occorre studiare e lavorare a fondo in quanto è un’attività imprenditoriale con finalità di business. Non è così?

Assolutamente si! Wellness è una parola magica che apre il cuore delle persone e lascia volare la mente verso luoghi lontani: relax, calore, accoglienza, acqua, spensieratezza ed emozionalità. Chi non ha mai pensato di ritagliarsi un momento tutto per sé lontano dalla quotidianità, di ritrovarsi in un luogo in cui il tempo si annulla e le parole vengono sospese lasciando spazio alle emozioni? È una filosofia di vita che mette il benessere della persona al centro dell’attenzione e che, negli ultimi anni, ha visto il boom del settore portando allo sviluppo di SPA di ogni tipo e, in ultimo, alle Day o Urban SPA, veri e propri tempi del benessere inseriti nel centro delle città. Eppure le attività economiche relative al Wellness stentano a risplendere a causa dell’improvvisazione da parte degli imprenditori che cercano di fare business in modo superficiale cercando di approfittare della cosiddetta “gallina dalle uova d’oro” sfruttando il desiderio e il bisogno di benessere delle persone.

Wellness
L’imprenditore Eros Baruzzi illustra la sua visione di wellness moderno

Al contrario, è un settore cui bisogna avvicinarsi con consapevolezza e cognizione di causa, evitando di strutturare l’offerta con superficialità o inadeguatezza e cercando di soddisfare appieno le reali esigenze della persona. Troppo spesso il wellness abbinato alle SPA viene presentato come una giostra dove la persona trascorre delle ore in modo piacevole ma torna a casa senza aver avuto la percezione di aver vissuto un’esperienza memorabile. La regola è vendere a ogni costo, creando spazi che, alla fine, propongono un’offerta che non pone le esigenze dell’ospite al centro di tutto. Conscio di ciò, prima di avvicinarmi al Wellness come imprenditore, sono stato per numerosi anni ospite di strutture che proponevano e vendevano Wellness; ho iniziato con le realtà italiane per poi passare alle SPA internazionali e in questo modo, oltre a leggere e studiare questo settore industriale, mi sono focalizzato su che cosa avrei voluto realizzare e come lo avrei realizzato. Pian piano ho messo su la mia idea di Urban SPA e ho cercato subito le professionalità giuste che potessero coadiuvarmi nel progetto. Ovviamente il Wellness è un settore costantemente in divenire e noi non abbiamo fatto altro che cercare di rispettare le sue evoluzioni formulando un’offerta che ponesse le esigenze dell’ospite al centro di tutto.

Non sempre il concetto di benessere viene declinato in senso corretto, specie nel mondo dell’informazione e dei media. Al contrario, oltre a dover far parte della nostra esperienza quotidiana, il wellness ha una forte pregnanza culturale investendo sia l’aspetto fisico che la sfera spirituale se si vuole arrivare a una reale dimensione di benessere. In quest’ottica, non occorrerebbe ritornare alle origini, ai romani e alla loro concezione delle Terme?

Direi che questo si lega perfettamente al concetto dello spazio che non deve essere semplicemente in funzione dei metri quadri a disposizione e del porre le esigenze dell’ospite al centro. Vorrei sottolineare che per realizzare una SPA o Urban SPA di successo bisogna in qualche modo ritornare alle origini e al modo in cui queste venivano vissute dai romani o dai greci. Esse non erano solo un luogo in cui si trascorrevano delle ore, erano parte integrante della vita di questi popoli. Il Benessere non era solo un percorso di esercizio fisico e rilassamento attraverso i vari caldarium e frigidarium, era una cosa molto più complessa che arrivava a colpire in modo profondo la sfera spirituale della persona permettendole di raggiungere una dimensione di reale benessere. Il famoso detto Mens sana in corpore sano docet! Ecco, per arrivare a una reale dimensione di benessere bisogna esercitare corpo e mente. Con la loro saggezza, gli antichi romani ci hanno fatto capire chiaramente da dove partire per realizzare una SPA di successo, un luogo dove il concetto di benessere è contemplato in ogni sua declinazione.

Il Wellness sta vivendo una fase di profondo cambiamento. Non si tratta più di costruire buone strutture e offrire servizi ma di realizzare degli spazi di nuova concezione che tengano in debito conto le reali esigenze delle persone: funzionalità ed emozionalità vanno quindi di pari passo in maniera tale da coinvolgere il cliente portandolo alla consapevolezza di una condizione di benessere grazie all’utilizzo di strumenti come luci, colori, odori, musiche, tecnologie e nuovi materiali. Possiamo quindi dire che la nuova tipologia di Spa è come un abito su misura realizzato da un sarto molto premuroso?

Perché si va in una SPA? Cosa ci si aspetta di trovare al suo interno? Sono profondamento convinto che ciò che la persona porta a casa sia ciò che ha vissuto e l’emozione associata a quella particolare esperienza. Il fattore emozionale gioca un ruolo strategico poiché coinvolge l’ospite mentalmente oltre che fisicamente, lo porta a ritrovare l’armonia con sé stesso, con gli altri e con il mondo intero.

Wellness
La piscina dell’Urban SPA Palace

La SPA deve assolutamente ritornare a essere un luogo emozionale che coinvolge l’ospite, un luogo capace di creare un mondo parallelo alla vita quotidiana nel quale ricarichiamo le nostre batterie. Ma ognuno di noi ha poi bisogno di trovare all’interno di una SPA il “suo” luogo emozionale, probabilmente diverso da quello di un’altra persona ed ecco che il nuovo concetto alla base di una SPA di successo è riuscire a sviluppare  tendenze e offerte tailor made che l’ospite possa indossare a seconda delle esigenze.

Si sta andando verso la rivoluzione del WOWellness grazie all’ideazione di originali concept emozionali?

Bellissima questa espressione WOWellness, mi riporta ai bambini che guardano il mondo con meraviglia. Ecco il mio auspicio è che ben presto il modo di concepire gli spazi all’interno di una SPA possa cambiare riportando la persona al centro di tutto, permettendole di vivere la sua esperienza in modo coinvolgente e dove l’esperienza polisensoriale del Benessere scorra attraverso spazi eleganti in un perfetto equilibrio di luci, colori, suoni e profumi. A questo punto, vorrei esprimere tutto il mio orgoglio da imprenditore del Wellness perché è in questo modo che ho concepito la Urban SPA Palace, un vero e proprio tempo del benessere dove lo stress e la quotidianità vengono lasciati fuori e dove l’ospite è sempre al centro di tutto potendo indossare il suo wellness tailor made.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here