Home Natura Quali sono gli alimenti dannosi per il tuo cane?

    Quali sono gli alimenti dannosi per il tuo cane?

    115
    0
    cane dalmata che lecca i baffi

    Il cane discende dal lupo ed è un animale carnivoro ma la sua grande vicinanza all’uomo ha fatto sì che si adeguasse gradualmente alla dieta umana, divenendo così un animale onnivoro. Si tratta di un tema su cui si è discusso molto ma ma c’è un aspetto che presenta ancora troppe lacune e opacità ed è quello relativo all’importanza dell’alimentazione del nostro animale domestico. Esistono degli alimenti dannosi per il nostro cane?

    Razza, età e patologie. A ogni cane la sua alimentazione

    Il fatto che il nostro amico animale si sia adeguato nel corso del tempo a una dieta più ricca e variegata, non vuol dire che tutto quel che mangia sia davvero necessario alla sua sopravvivenza. Per soddisfare il proprio fabbisogno alimentare, egli ha bisogno di una dieta ricca di proteine animali, lipidi e vitamine. È importante prendere in considerazione non solo i valori energetici del cibo che gli somministriamo, ma occorre considerare anche se si tratta di un cucciolo o di un cane adulto, la razza, la taglia ed eventuali patologie pre-esistenti.

    • Cuccioli e cani adulti, diversa alimentazionecane

    I cuccioli, ad esempio, hanno molta più energia rispetto a un cane adulto e ciò fa sì che brucino molto più velocemente il cibo ingerito: ecco perché nei negozi di animali troviamo la linea puppy che offre cibi ipercalorici in grado di offrire ai cuccioli tutti i nutrienti indispensabili a una crescita e a uno sviluppo equilibrati. Inoltre, la somministrazione del cibo a un cucciolo, prevede piccoli e frequenti pasti, arrivando anche a quattro porzioni giornaliere. Per un cane adulto invece, che spende molte meno energie, si potrà optare per una dieta meno calorica e più salutare che contenga, ad esempio, proteine di alta qualità e vitamine che lo aiutino a rafforzare il sistema immunitario. Nel cane adulto la somministrazione di cibo si riduce a due pasti al dì. Inoltre possiamo scegliere tra una dieta casalinga oppure una di tipo commerciale ma, in entrambi i casi, dobbiamo prestare molta attenzione a cosa decidiamo di far mangiare al nostro animale.

    • Una dieta per ogni esigenza

    Per la dieta a base di cibo confezionato e pronto, come il cibo umido in scatola e i croccantini, è necessario leggere l’etichetta sulla confezione per verificare la digeribilità, il valore energetico e il fattore nutrizionale del prodotto. Per quanto riguarda la dieta casalinga la questione è un po’ più complessa in quanto non si può pensare di risolvere il problema dando al cane gli avanzi della tavola. Il cane ha un apparato digerente diverso dal nostro e molti alimenti che per noi sono indispensabili possono essere invece dannosi, se non mortali, per il nostro amico a quattro zampe. Decidere di provvedere personalmente alla preparazione del cibo vuol dire quindi investire tempo e risorse perché ciò che garantisce la nostra sopravvivenza, potrebbe non essere adeguato alla dieta del nostro peloso, e potrebbe causargli disturbi gastrointestinali come diarrea, vomito, e gastrite cronica. Inoltre, per evitare di incorrere in una dieta squilibrata, bisognerebbe calcolare le dosi dei vari principi nutritivi e quindi il corretto apporto proteico, le vitamine, i carboidrati, e così via. La cosa migliore da fare per evitare di cadere in errore sarebbe quella di rivolgersi a un veterinario esperto in alimentazione che, a seguito di una visita veterinaria e dopo aver attentamente valutato variabili quali la razza, l’età e le eventuali patologie del cane, stilerà una lista di alimenti e quantità indispensabili al fabbisogno energetico del nostro amico domestico.

    Ma il cane può davvero mangiare tutto o esistono degli alimenti dannosi per la sua salute?

    cane

    Ciò che per noi è gustoso e sano, spesso risulta essere un veleno per il nostro animale. Un bel piatto di pasta al dente con sugo di ragù ben condito, seppure  gradito dal cane, non vuol dire che possa entrare a far parte della sua dieta. La pasta, ad esempio, andrebbe servita scotta, senza sale e senza olio altrimenti andrebbe a rinforzare la lista degli alimenti dannosi per il nostro cane.

    Vediamo allora quali sono alcuni tra gli alimenti che non vanno dati al nostro amico a quattro zampe.

    • CIOCCOLATO

    Cacao e cioccolato fondente sono tra gli alimenti dannosi per eccellenza. Entrambi contengono delle sostanze come la tebromina che il cane metabolizza molto più lentamente rispetto agli umani, causando così un accumulo del livello tossico nel loro apparato.

    La quantità di cioccolato che può essere ingerita, dunque, dipende dalla taglia e dal peso del cane: se la quantità di cioccolato non è elevata causerà al nostro peloso vomito e diarrea ma, se assunto in quantità elevate, può provocare nel cane tremori muscolari e spasmi fino ad arrivare all’infarto.

    • ZUCCHERO E DOLCI

    I dolci e tutti i cibi contenenti zucchero rientrano nella lista degli alimenti dannosi da evitare nella dieta del nostro cane in quanto, assunti in certe quantità, possono causargli il diabete. Inoltre, tutti quegli alimenti venduti come “senza zucchero”, contengono in realtà lo xilitolo che può portare il cane a una grave insufficienza epatica. L’assunzione di questa sostanza, porta ad un aumento di insulina in circolo e al conseguente collasso degli zuccheri nel sangue.

    • OSSI

    Può sembrare strano, ma gli ossi possono rappresentare un bel problema per il nostro amico a quattro zampe. Il cane ha una digestione molto lunga che può andare dalle otto alle dieci ore e può succedere che i pezzi di osso ingeriti si ricalcifichino, provocando la comparsa di fecalomi che il cane non riesce poi a espellere attraverso le feci, comportandogli forti dolori addominali. Inoltre è molto importante evitare la somministrazione di ossi di pollo o di qualsiasi altro volatile che, scheggiandosi con estrema facilità, possono causare ostruzioni o lacerazioni dell’apparato digerente o il soffocamento dell’animale.

    • AGLIO E CIPOLLA

    Entrambi sono alimenti tossici per il nostro cucciolo a causa delle sostanze contenute che possono portare alla distruzione di globuli rossi causando così la comparsa di anemia emolitica.

    • NOCI DI MACADAMIA

    Questa varietà di noci contiene una sostanza tossica per il cane che può provocargli tremori, dolori addominali, aumento della temperatura corporea fino ad arrivare alla paralisi temporanea.

    • SALE

    Il sale è molto pericoloso per il nostro cucciolo in quanto può provocare il collasso renale a causa dell’aumento della pressione sanguigna che, a sua volta, esercita una maggiore pressione sui reni. Il pericolo più grande è che, quando i sintomi di un collasso renale si presentano, è già troppo tardi e il cane dovrà convivere con questa situazione per tutta la vita. Occorre dunque prestare una grandissima attenzione a tutti quei cibi salati come i salumi, che a lungo andare, possono compromettere la salute del nostro amico animale.

    • FEGATO

    Anche il fegato, nonostante sia un alimento spesso utilizzato nell’alimentazione del cane, contiene una grande quantità di vitamina A che, in caso di dosi elevate, può diventare tossica.

    • CAFFEINA

    È bene evitare al nostro amico peloso la somministrazione di cibi contenenti caffeina in quanto possono dare problemi cardiaci e causare, nei casi più gravi, ictus. Insomma, come abbiamo visto, l’alimentazione è una parte molto importante per la salute del nostro cane, è importante conoscere gli alimenti dannosi e gli effetti che questi hanno sull’animale per evitare che insorgano problemi gravi  per la salute. Quindi, è fondamentale avvalersi della consulenza di un veterinario esperto che possa seguire il cucciolo nelle varie fasi di crescita e che sia in grado di formulare i corretti fabbisogni nutrizionali.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here