Home Guide Palo Santo, l’incenso magico dalle mille proprietà

Palo Santo, l’incenso magico dalle mille proprietà

1856
0
bastoncino di palo santo

Il Palo Santo (Bursera graveolens) è un albero tropicale conosciuto per il suo legno duro e profumato e molto apprezzato per le numerose proprietà. Cresce spontaneo in alcune zone dell’America Centro-Meridionale e dai suoi rami vengono ricavati bastoncini da bruciare come incenso ed un olio essenziale fortemente aromatico.

La leggenda del Palo Santo

Nella tradizione il Palo Santo è considerato un vero albero sacro e la sua fama trova riscontro  in un’antichissima leggenda appartenente agli Indios Tobas, un gruppo etnico che abita i selvaggi territori che si estendono dal nord dell’Argentina al centro della Bolivia e attraversano il Paraguay fino al sud del Brasile.

Molto tempo fa viveva un bel giovane di grandi virtù di nome Cosakait, follemente innamorato di una bellissima ragazza che però non gli apparteneva. Tanto la amava, che il giovane si ammalò dal dolore perché lei non voleva vederlo. Disperato, cercò la madre della sua amata e le disse: Sto morendo, ma non posso smettere di amare sua figlia. Adornerò i suoi capelli con i fiori, profumerò l’acqua che beve e la difenderò dagli insetti perché non la disturbino. Sarò sempre lì dove ella si trova e le darò tutto ciò che chiede. Cosakait morì e Dio, che ebbe compassione per il suo dolore, lo rese immortale sotto forma di un albero, che crebbe proprio lì e si diffuse in tutta la foresta. Cosakait riuscì così a diffondere fiori e mantenere la promessa di tutte le buone cose che aveva dedicato alla sua amata.

Il popolo Tobas considera il Palo Santo un albero sacro e lo chiama proprio “Cosakait”, per il suo valore, il suo profumo e la sua nobiltà.

Il Palo Santo, l’incenso per ambienti completamente sostenibile 

La raccolta del legno di questo albero sensazionale avviene in maniera completamente sostenibile, nel pieno rispetto dell’ambiente e delle piante stesse che appartengono ad una specie protetta.

Bursera graveolens, immagine di phytoimages.siu

In realtà la ragione è semplice: gli alberi giovani non possiedono il caratteristico profumo, perchè per ottenere i legnetti profumati da ardere, si raccolgono solo quelle parti che cadono naturalmente a terra e che rimangono al suolo dai quattro ai dieci anni. Durante questo arco di tempo il legno resta a contatto con il terreno e viene attaccato da mucillaggini che ne inducono la fermentazione. Perché il processo venga innescato,  l’albero deve avere almeno 80 anni di vita e non può essere tagliato: la raccolta avviene ancora sotto il controllo delle popolazioni locali.

Il Palo Santo è utilizzato sin dai tempi antichi per le sue proprietà psico-fisiche, come rimedio spirituale per la purificazione dell’aria e per allontanare gli insetti fastidiosi.

Tradizionalmente si usa per contrastare le energie negative che possono essere origine di malesseri come depressione, tristezza e cattivo umore. Il liquido fresco che fuoriesce dall’incisione della sua corteccia viene impiegato in caso di micosi della cute. La sua resina è usata per disinfettare la ferita ombelicale dei neonati e per curare il mal di denti e la carie.

Esiste anche un uso interno del Palo Santo, che lo vede impiegato per la preparazione di una tisana per la cura di dolori allo stomaco, problemi intestinali, vomito, dolori generici avvertiti in tutto il corpo e problemi alle vie respiratorie e alle vie urinarie. Viene inoltre utilizzato contro i disturbi psicosomatici e dell’umore.

Palo Santo, non solo incenso

In sintesi viene impiegato:

  • Contro gli attacchi d’asma e in caso di allergia;
  • Per alleviare tosse e raffreddore;
  • Per placare l’ansia;
  • Per la meditazione e il rilassamento psico-fisico.

Il suo uso come incenso consente di:

  • Sprigionare una profumazione intensa e gradevole;
  • Allontanare le zanzare e gli insetti;
  • Inibire la diffusione dei cattivi odori e dei batteri;
  • Favorire la meditazione e il rilassamento;
  • Purificare gli ambienti dalle negatività.

Dove si compra

È Facilmente online, oppure in occasione di fiere dedicate agli stili di vita sostenibili e alle tradizioni del Sud del mondo. In tutti i negozi di prodotti naturali o di articoli per lo yoga e la meditazione. Lo si trova sotto forma di resina pura, grani, trucioli, bastoncini e coni, olio, ciondoli, braccialetti e orecchini.

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento!
Inserisci qui il tuo nome