Home Guide La lista dei cibi nocivi che invece credevi salutari

La lista dei cibi nocivi che invece credevi salutari

1207
0
cibi nocivi

Che alcuni cibi facciano male alla salute, pur essendo gustosi, è noto. Basta mangiarli solo all’occasione e il problema non si pone. Più curioso e sorprendente, invece, è leggere “lista nera” di quei cibi che tutti credono salutari e invece sono cibi nocivi. È un elenco che si aggiorna quotidianamente, in cui compaiono molti alimenti insospettabili, spesso spacciati per cibi light.

Una lista dei cibi nocivi più insospettabili

  1. Gallette di riso.

Sorpresa! Le gallette, che hanno assolutamente bisogno di un accompagnamento saporito visto il loro gusto e la loro consistenza, hanno un indice glicemico di ben 91 (il glucosio puro è 100), il che causa dei picchi di glicemia nel sangue, responsabili di attacchi di fame, spossatezza e calo della concentrazione. Tutt’altro che dietetici, insomma!

  1. Condimenti per insalata senza grassi.

È meglio continuare a usare il nostro caro vecchio olio di oliva, magari in quantità moderata, per condire un piatto leggero come l’insalata. Esistono “sostituti” spacciati per prodotti dietetici, perché a basso contenuto di grassi, i quali però contengono quasi sempre zuccheri (fruttosio in particolare), causando quindi il picco glicemico seguito dal calo di energia e dall’aumento dell’appetito, e insaporitori che alcuni nutrizionisti definiscono “più adatti ad un esperimento di chimica che ad una tavola”.

  1. Seitan.

Il seitan è un sostituto della carne ricavato dal glutine. Di per sé un consumo saltuario e oculato non crea problemi, ma bisogna sempre considerare che il glutine è considerato un potente allergene già nella piccola quantità con cui è presente nelle farine.  Il seitan va quindi consumato con cautela e solo se si ha la certezza di non essere intolleranti al glutine. Attenzione, perché cibo veg non vuol dire per forza cibo sano e il seitan potrebbe rientrare tra i cibi nocivi se non utilizzato con parsimonia.

  1. Squalo.

La carne di squalo non è certo frequente sulle tavole italiane e solitamente il pesce è un alimento salutare e poco calorico, ma in molti prodotti ittici, in primis nello squalo, la presenza di mercurio dovuta all’inquinamento marino è davvero molto alta. Il mercurio, va ricordato, è un metallo pesante di estrema tossicità. Nei paesi del nord Europa, proprio per questo motivo, alcune specie di pesce sono sconsigliate, se non vietate, in gravidanza.

  1. Cereali alle vitamine.

Addizionare industrialmente vitamine, minerali e fibre ai cereali non è il più sano dei procedimenti, ha inoltre un impatto ambientale e dei costi, non solo economici. Tanto vale orientarsi sull’acquisto di analoghi prodotti biologici o preparare delle ottime barrette fatte in casa.

  1. Succhi di frutta zuccherati.

Nulla scompensa il fisico come l’abuso di bibite zuccherate. Non sarà certo la bevanda frizzante assunta a una festa a farci perdere la salute, ma queste bibite in alcuni contesti sono considerate normale complemento di un pasto. I danni creati dalle bibite zuccherate vanno dall’aumento delle carie ai frequenti picchi glicemici, all’obesità per un sovrappiù calorico non collegato alla sazietà indotta dal cibo, fino all’aumento dei trigliceridi. Insomma, le bibite e i succhi di frutta zuccherati sono da consumare solo come sfizio e non possiamo non inserirli nella nostra lista dei cibi nocivi.

  1. Semolino.

Il semolino invece ha poche sostanze nutritive e anche poco sapore. Così si tende a condirlo eccessivamente, usando spesso burro e formaggio. Attenzione!

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento!
Inserisci qui il tuo nome