Le sostanze più costose al mondo

Posted on Marzo 14, 2017, 3:59 pm
12 mins

Sono sedici in tutto il mondo le sostanze più costose. Si tratta di sostanze più o meno note che si trovano in natura ma che hanno assunto per l’economia un peso determinante, tanto da diventare costosissime. Eccole di seguito.

Sono sedici le sostanze più costose al mondo

  1. Zafferano, € 10 al grammo riferito allo zafferano spagnolo di prima qualità “mancha” che costa al dettaglio 3750 sterline la libbra, oppure a quello italiano la cui qualità è senza pari. La parola zafferano Deriva dall’arabo “Asfar” che significa giallo. La sua peculiarità è che sia il suo aroma che il suo sapore non possono essere duplicati artificialmente, e in cucina per tutti i cuochi, dagli chef prezzolati alle casalinghe è indispensabile per la composizione “visiva” e gustativa di innumerevoli pietanze. Lo zafferano è venduto in due forme, polvere e fili, e ciascuno si utilizza in modo diverso in cucina.
  2. Oro, € 34 al grammo. L’oro è probabilmente il primo metallo usato dall’uomo, addirittura prima del rame. L’oro puro è molto morbido, è per questo che solitamente viene lavorato in lega con altri metalli, come l’argento, il rame, il platino o il palladio per aumentarne la resistenza. Leghe d’oro vengono utilizzate per fare gioielli, oggetti decorativi, otturazioni dentali e monete. L’oro è un buon conduttore di calore ed elettricità e non si appanna quando è esposto all’aria, in modo da poter essere usato per fare connettori elettrici e circuiti stampati. L’oro è anche un buon riflettore di radiazione infrarossa e può essere usato come scudo dal calore solare sia la superficie dei veicoli spaziali che dei grattacieli .
  3. Rodio, € 35 al grammo. William Hyde Wollaston (che ha anche scoperto il palladio, che non appare in questa lista delle sostanze più costose), un chimico inglese, ha scoperto il rodio un minerale di platino greggio. Anche se il nome deriva dalla parola greca che significa “rosso”, di rosso nel rodio non c’è davvero nulla. Si tratta di un metallo molto duro, robusto e viene spesso utilizzato per migliorare la durezza e la conducibilità di altri metalli.
  4. Platino, € 39 al grammo. Il Platino è davvero una sostanza speciale e di grande valore nell’industria. Più del 20% di tutti i beni di consumo contengono platino o sono prodotti utilizzandolo: in gioielleria e come convertitori catalitici, elettronica e farmaci anti-cancro… senza scordare il suo uso come investimento.
  5. Metanfetamina, € 85 al grammo. Non serve  aver visto breaking bad per sapere quanto facciano male le metanfetamine. Quando si parla di “Ice”, “Shaboo”, “Shabu” (termine in uso nelle Filippine) o ” Crystal meth” ci si riferisce alla forma più pura della metanfetamina, ovvero cristalli solitamente limpidi di d-metanfetamina cloridrato. Spesso viene fumata o iniettata con effetti di gran lunga superiori alle altre vie di assunzione. L’effetto molto lungo (6-12 ore) è una delle caratteristiche principali di questo tipo di sostanze, che dal punto di vista dell’abusatore le differenziano dalla cocaina. Con “Speed” ci si riferisce invece a metanfetamina sale o base in forma non cristallizzata e con una percentuale variabile di taglio, che viene inalata o ingerita. È sempre bene ricordare che le metanfetamine creano dipendenza e danni permanenti all’organismo.
  6. Corno di rinoceronte, € 100 al grammo. Il corno di rinoceronte, costa ancora di più e non fa assolutamente nulla (per quanto riguarda chi è interessato alla medicina basata sul metodo scientifico che abbia effetti reali e certificati sulla salute). La richiesta di polvere di corno di rinoceronte arriva principalmente dal Vietnam. Ma visti gli effetti meramente fiabeschi della polvere, la brutta notizia è doppia, e per gli umani che ne fanno uso sperando in guarigioni miracolose e per i poveri rinoceronti che continuano ad essere uccisi per questa “pazzia”.
  7. Eroina, €110 al grammo. L’eroina, altro non è che un elaborato della morfina, che a sua volta deriva dalla pianta di papavero. L’eroina di solito appare come una polvere bianca o marrone. È una droga che porta forte dipendenza e provoca a lungo andare danni irreversibili.
  8. Cocaina, € 180 al grammo. La cocaina nasce come antidolorifico e anestetico estratto dalle foglie di coca Erythroxylon, conosciuta anche come la macchia di coca, una pianta che proviene dagli altopiani andini del Sud America. La cocaina è ad oggi il più potente stimolante di origine naturale. Il suo nome deriva proprio dal nome della pianta che la produce, e la bibita più popolare del globo, si chiama coca-cola perché nella sua prima ricetta un bicchiere di bibita conteneva ben 9 milligrammi di cocaina. Nel 1903 la cocaina fu rimossa, ma al suo interno, la bevanda contiene ancora aromatizzanti alla coca.
  9. Acido lisergico (LSD), € 2800 al grammo, Dietilamide dell’acido lisergico, LSD o abbreviato LSD-25, è la droga più costosa della lista. È una delle più forti, è un potente allucinogeno che altera totalmente umore e personalità durante l’assunzione. Il suo altissimo prezzo al grammo e’ mitigato solo dal fatto che ne basta una quantità piccolissima per valutata in milionesimi di grammi per dare effetti molto forti.
  10. Plutonio, € 3700 al grammo. Il Plutonio è un elemento chimico radioattivo che allo stato puro si presenta come un metallo argenteo, ma allo stato puro ingiallisce quando si ossida. La sua notorietà è dovuta al suo ruolo nella produzione di energia nucleare attraverso la fissione nucleare. È  velenoso, infiammabile e radioattivo. Benché la quasi totalità del plutonio sia di origine sintetica, tracce molto tenui si trovano in natura nei minerali dell’uranio.
  11. Kainite, € 8700 al grammo. La Painite è un rarissimo minerale borato. La sua scoperta si deve al commerciante mineralogista Arthur C.D. Pain nel 1950 dal quale prende il nome. A tutt’ oggi la maggior parte delle persone ne ignora l’esistenza. E addirittura fino a non molti anni fa solo alcune pietre sono state reputate sufficientemente grandi e chiare da poter essere intagliate come pietre preziose. Sono recenti le scoperte di nuove fonti di painite, ma il minerale resta ancora incredibilmente raro.
  12. Taaffeite, fino a € 20.000 al grammo. Nel 1945 Il conte Edward Taaffe comprò in una gioielleria di Dublino un set di gemme spinelli , notando qualcosa di strano in una di loro. Nella gemma si visualizzava chiaramente una doppia rifrazione, quello che in uno spinello assolutamente non può accadere. La Taaffeite è costituita da magnesio, berillio e alluminio. E’ l’unica gemma ad avere come parti principali magnesio e berillio. È  per questo che dal 2002 International Mineralogical Association ha riconosciuto la taffeite col nome di magnesiotaaffeite-2N’2S.
  13. Tritium, € 25.000 al grammo. È una forma radioattiva di idrogeno , conosciuto anche come idrogeno-3. In natura è fatto dai raggi cosmici, sinteticamente prodotto nelle reazioni nucleari (compresi i test di armi nucleari). Nella ricerca è usato nei reattori a fusione e generatori di neutroni. Gli elettroni emessi dal decadimento radioattivo di piccole quantità di tritium o trizio causa fosfori a bagliore in modo da rendere i dispositivi autoalimentati di illuminazione chiamati betalights, che sono ora utilizzati in luoghi notturni , nelle armi da fuoco, negli orologi, nei segnali di uscita, nelle mappe luminose , nei coltelli e una varietà incredibile di altri dispositivi. Queta proprietà del trizio prende il posto del radio, che può causare il cancro alle ossa ed è stato vietato in molti paesi per decenni. La domanda commerciale di trizio anche in funzione di quest’ultimo utilizzo è di 400 grammi all’anno e il costo è di circa US $ 30.000 per grammo.
  14. Diamanti, € 50.000 al grammo. In minearologia, diamante è un allotropo metastabile di carbonio, in cui gli atomi di carbonio sono disposti in una variazione della struttura cristallina cubica a facce centrate chiamata reticolo diamante. Il diamante è conosciuto per le sue qualità fisiche superlative. In particolare il diamante ha la più alta durezza e la conducibilità termica del materiale sfuso. Queste sue qualità ne determinano l’uso industriale. La principale applicazione dei diamanti è nel taglio e nella lucidatura degli strumenti in genere, le applicazioni scientifiche sui coltelli e celle ad incudine di diamante. Il diamante è la pietra preziosa per antonomasia, ma dietro la sua estrazione ancora oggi vi sono storie di grande sfruttamento e barbarie.
  15. Californio 252, 25 milioni di euro al grammo. Il Californio 252 è un isotopo radioattivo molto raro usato commercialmente come sorgente di neuroni affidabile e conveniente per la tempestiva analisi e per l’attivazione neuronica gamma (PGNNAdi carbone, cemento e minerali, per il rilevamento e l’identificazione di esplosivi, mine terrestri e ordigni militari inesplosi. Altri usi, includono la radiografia di neuroni, le fonti di start-up del reattore, il trattamento del cancro.
  16. Antimateria, € 6 trilioni al grammo. L’antimateria è composta da antiparticelle che hanno la stessa massa della materia ordinaria, soltanto con la carica opposta e altre proprietà delle particelle. Quando particelle e antiparticelle si incontrano, c’è un grande rilascio di energia sotto forma di fotoni ad alta energia (raggi gamma), neutrini e coppie particella-antiparticella inferiori massa. Il motivo per cui l’antimateria abbia questo prezzo esorbitante è che è molto, molto difficile da realizzare e non riesce a rimanere stabile a lungo. Attualmente l’antimateria esiste in piccoli lotti che vengono misurati dal numero di atomi e rimangono stabili alcuni minuti.E’ usata ogni giorno in medicina per analizzare lo stato del cervello, tramite la tecnica chiamata Positron Emission Tomography (PET). La PET è un metodo di indagine che permette di misurare funzioni metaboliche e reazioni biochimiche in vivo ed ha larga applicazione nelle neuro-scienze, in oncologia e cardiologia.

Leave a Reply

  • (not be published)