Home Green Economy Irlanda, la casa passiva diventa legge

Irlanda, la casa passiva diventa legge

1498
0
casa passiva

In un contea irlandese, la prima nel mondo anglosassone, la tipologia di casa passiva diventa obbligatoria. L’Europa riesce così a detenere il primato di costruzione super-efficiente di casa passiva. Per chiarezza, la casa passiva è un’abitazione che assicura il benessere termico senza dipendere da fonti energetiche convenzionali di riscaldamento, ovvero senza caldaia e termosifoni o sistemi analoghi. In America ad esempio, esistono non più di centocinquanta abitazioni costruite con questa tecnica. Infissi termici, coibentazione delle pareti, una migliore esposizione solare e impianti di ventilazione studiati per non disperdere calore, sono tutte tecniche studiate per ottenere edifici la cui efficienza energetica è di gran lunga superiore sia degli edifici tradizionali, sia di quelli progettati secondo le moderne normative termiche.

Irlanda, la casa passiva diventa legge

In Irlanda, nella contea di Dún Laoghaire-Rathdown County, un sobborgo nei pressi di Dublino, la casa passiva è diventata legge. Il Ministero dell’Ambiente Irlandese, a questo proposito, ha rassicurato circa il sospetto, da parte della popolazione, dell’aumento del costo degli alloggi. Premesso che i termini di costruzione degli alloggi sono attualmente già piuttosto restrittivi, la Passive House Association ha dimostrano che in realtà il costo delle case passive è molto al di sotto dei costi di costruzione convenzionali. Pat Barry, del Green Building Council irlandese, ha osservato che la questione riguarda solamente la scelta del tipo di lavoro che si vuole affrontare e delle competenze messe in campo. Solo per dirne una, se vogliamo prendere in considerazione il requisito di ermeticità, esso non può essere considerato un costo aggiuntivo, in quanto è già compreso nello standard di base ai sensi delle normative edilizie attuali. Tali condizioni però, sono decisamente diverse in Nord America, dove i requisiti minimi di costruzione sono molto più bassi. Wolfgang Feist, uno dei fondatori e leader di tutto il movimento Case Passive, sostiene che si tratta di un grande risultato. Grazie a questo cambiamento, ben ventimila case potrebbero essere costruite nella contea, case confortevoli che costeranno quasi nulla per essere riscaldate, producendo un abbattimento quasi totale di CO2.

Fonte: TreeHugger

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento!
Inserisci qui il tuo nome