Home Green Economy Erica Cortinovis (BRITA): “Millennials, un nostro obiettivo”

Erica Cortinovis (BRITA): “Millennials, un nostro obiettivo”

248
0
Brita azienda

Non è un caso che siano stati gli antichi romani a coniare l’espressione salus per acquam (Spa), termine oggi utilizzato per indicare strutture che forniscono servizi tramite l’acqua, proprio per sottolineare l’importanza del bene più prezioso per la nostra vita. I nostri antenati comprendevano perfettamente le proprietà dell’acqua così come, al giorno d’oggi, le conoscono realtà aziendali che ne hanno fatto non solo uno dei loro motivi di business ma anche tema di sensibilizzazione verso una maggiore sostenibilità ambientale. È il caso di BRITA, multinazionale tedesca operante nei sistemi di filtrazione dell’acqua e di prodotti di uso domestico e professionale, che si sta dimostrando particolarmente attenta alle problematiche del nostro eco-sistema. Per conoscere meglio le attività dell’azienda e il suo impegno “green” specie sulle nuove generazioni e i Millennials in particolare, il nostro web-magazine è andato a intervistare Erica Cortinovis, Marketing Manager di BRITA Italia.

Millennials, uno dei target da sensibilizzare per BRITA

Erica, benvenuta sulle pagine della nostra rivista. Prima di tutto, volevo chiederti di presentare brevemente BRITA, azienda che ha appena festeggiato i suoi cinquanta anni dalla fondazione. Se dovessi descriverla in tre parole, quali sceglieresti?

Direi sicuramente sostenibile, globale e amica. Sostenibile poiché BRITA vuole fornire prodotti e soluzioni compatibili con la tutela dell’ambiente; globale in quanto siamo un’azienda presente in tutte le parti del mondo; amica perché vogliamo aiutare le persone a trovare i sistemi più adeguati al fine di migliorare la qualità della propria vita.

Sappiamo che BRITA, parallelamente alla sua attività aziendale, si sta dimostrando particolarmente impegnata sul tema della salvaguardia ambientale come dimostra il recente accordo stipulato la Whale and Dolphin Conservation (WDC) per contrastare l’inquinamento della plastica in mare.

BRITA campagna
Campagna Brita “Think your Water”

La stipula di questo accordo è arrivata in maniera del tutto naturale: gli obiettivi di BRITA e WDC si sposano perfettamente, avendo entrambe l’interesse a contrastare l’inquinamento marino. Pertanto, evitare l’accumulo di bottiglie e recipienti di plastica in acqua, da una parte, e mirare alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica riguardo l’immissione di sostanze tossiche nel circuito alimentare, dall’altra, erano alcuni degli scopi al centro dell’accordo tra BRITA e WDC.

Ma la prospettiva dell’azienda sul tema dell’inquinamento ambientale è complessiva, in quanto stiamo da tempo avviando campagne di sensibilizzazione sul tema del trasporto dell’acqua e sull’emissione di CO2 nell’atmosfera. Perché pagare dei salatissimi prezzi economici ed ambientali legati alla distribuzione, alla raccolta e allo smaltimento delle bottiglie quando si può ottenere dell’acqua di qualità direttamente dal rubinetto grazie ai nostri sistemi filtranti?

Tramite la recente campagna BRITA Fun, incentrata sulla nuova caraffa filtrante BRITA fill&enjoy Fun, avete puntato la vostra attenzione alla fascia d’età 25-44 anni e, in particolare, ai Millennials. Sembra di capire che non vi limitiate alla promozione di un nuovo prodotto ma volete invitare soprattutto i Millennials a interrogarsi sull’importanza di bere consapevolmente e al consumo responsabilmente di acqua come testimonia il claim della campagna Think your water.

Siamo profondamente convinti che la percezione dell’opinione pubblica in l’Italia stia progressivamente cambiando in merito alle problematiche ambientali. E proprio per questa ragione BRITA sta puntando molto sui Millennials in quanto sono la fascia di popolazione che, da una parte, ha sviluppato da tempo una spiccata sensibilità su queste tematiche e, dall’altra, mostra un evidente coinvolgimento personale. Per questo vi sono certamente ragioni legate alla costruzione del futuro, alla responsabilità nella crescita e al creare le condizioni per una prospettiva migliore per tutti.

La stessa campagna BRITA Fun con il claim Think your water è stata studiata per arrivare al pubblico in maniera diversa: l’obiettivo non è solo quello di pubblicizzare un prodotto, ma di interrogarsi su uno stile di vita differente. Non c’è, quindi, solo la promozione di un messaggio commerciale, che resta certamente sullo sfondo, ma una sollecitazione a pensare alla qualità della vita e a riflettere sulle abitudini più consolidate che, spesso, possono costare molto sia economicamente che ecologicamente. È stato lo stesso con il claim L’acqua scorre, perché trasportarla? per BRITA esporre alle persone un ragionevole dubbio in merito al trasporto delle bottiglie d’acqua e pensare a un modo alternativo di consumo responsabile.

Anche i canali di diffusione scelti per la campagna sono particolarmente indirizzati ai Millenials: Internet, Youtube e testate on-line per comunicare attraverso immagini evocative e stimolare le scelte del pubblico. Non è così?

È assolutamente così. Siamo andati a studiare il mercato e abbiamo visto che la fruizione di informazione on-line è altissimo. Tante ore della giornata vengono spese davanti ai vari dispositivi elettronici ma abbiamo notato con grande sorpresa che anche le generazioni precedenti, e non solo i Millennials, si sono mostrate sensibili alla promozione tramite Internet. I Millennials, tuttavia, si sono distinti per la voglia di esprimere la propria opinione e di stimolare gli altri a fare lo stesso e questo perché il web permette una condivisione rapida del pensiero a livello di social e community. In questo, per riprendere una delle nostre parole chiave espresse all’inizio di questa intervista, cerchiamo di essere davvero globali perché BRITA è presente in tutte le parti del mondo e cerca di comprendere quali possono essere gli input provenienti dalla nostra community internazionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here