Home Green Economy Biodesign, i mobili crescono nell’orto

Biodesign, i mobili crescono nell’orto

707
0
biodesign, mobili ecosostenibili

Coltivare mobili è l’ultima tendenza del biodesign. No, non è un sogno, non è un’utopia, ma esattamente quello che il biodesigner spagnolo Gavin Munro sta facendo. Il suo lavoro consiste nel piantare alberi e, man mano che essi crescono, dare loro una forma durante tutto il processo di crescita. Nascono così sedie, tavoli e paralumi nel modo più ecosostenibile e rispettoso dell’ambiente che sia mai stato concepito.

Biodesign, i mobili crescono nell’orto

Munro spiega il suo progetto, che si chiama Full Grow, dalla sua collina nel Derbyshire in Inghilterra: “La mia speranza e quella di accendere la scintilla di un cambiamento nel modo di pensare gli oggetti che usiamo tutti i giorni, ma anche nel modo in cui essi sono fatti”.

Munro ha piantato un totale di circa un centinaio di querce, aceri, frassini e salici che crescono arrampicandosi attorno a cornici in plastica, la cui forma accompagna la crescita della pianta in modo completamente naturale. Quando un mobile, una sedia o un tavolo che sia, è cresciuto in tutte le sue parti, Munro lo taglia senza recare alcun danno alla pianta né usare un solo chiodo: geniale!biodesign, mobili ecosostenibili

Il nuovo biodesign, lavorare con lentezza

Munro, che possiede ovviamente elevate competenze botaniche che arricchiscono la sua preparazione nel biodesign, spiega che ci vogliono tra i quattro e gli otto anni, per esempio, a coltivare una sedia, un “lavorare con lentezza” che egli però ritiene essere il modo più efficiente di produrre i mobili in questa epoca: “Non dobbiamo dimenticare che gli alberi hanno bisogno di 40 e anche 60 anni per crescere e quindi abbatterli non è esattamente una buona idea e inoltre il legno tagliato di una fabbrica sono distribuiti in piccoli pezzi che poi di nuovo devono essere riuniti in un prodotto finale”.
Ad ogni modo le cose non sono tanto semplici come sembrano: il metodo di Munro ha richiesto otto anni di sperimentazioni ed una lunga attesa non ancora terminata, per poter ottenere, durante la prossima estate 2017, il suo primo raccolto completo di arredamento interno.biodesign, mobili ecosostenibili

Solo i paralumi sono in programma per il 2016, ma sino ad allora dobbiamo accontentarci di un paio di prototipi, ma quello che è certo è che il processo di produzione e iniziato non senza problemi “Gli alberi devono essere piantati in modo molto preciso ed è accaduto, ad esempio che, quando ero all’estero, ho ricevuto una telefonata: ‘Le mucche della fattoria accanto hanno calpestato tutto”.
Sebbene Munro vede perfettamente il potenziale che questo progetto possiede per realizzare un metodo di vendita su larga scala, il suo lavoro è per ora incentrato sulle prenotazioni. Considerando che un pezzo può costare intorno alle 3.400 € , lo si può prenotare oppure provare a farlo crescere in giardino.

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento!
Inserisci qui il tuo nome