Home Green Economy Bicicletta: le regole per scegliere quella giusta

Bicicletta: le regole per scegliere quella giusta

442
0
bicicletta colorata

Gli italiani amano la bicicletta. Potrebbe sembrare una bufala visto che, nel nostro paese, siamo oppressi dall’inquinamento prodotto dalle auto in città eppure tre persone su quattro (il 75%) la possiedono e quasi una su due (il 48%) la utilizza regolarmente. Questi, infatti, i dati scaturiti da una ricerca dell’Osservatorio Linear che ha interpellato gli automobilisti della nostra Penisola. La bicicletta, secondo gli intervistati, non inquina e fa bene alla salute (secondo il 61%), non costa nulla (per il 54%) ed è divertente e libera le città e le campagne dai troppi veicoli a motore (nell’opinione del 31%).In più, il movimento fa bene al fisico, alla mente e al portafoglio.

Come scegliere la bici per spostarsi in città

Non è facile la scelta di lasciare la macchina e muoversi in bici: nei primi tempi si faticherà a farci l’abitudine ma, passato il primo impatto, l’uso quotidiano diventerà una piacevole consuetudine. Se riuscirete a essere costanti, il passo successivo sarà un viaggio alternativo e le mete per gli amanti della bici, anche in Italia, sono innumerevoli.

Se l’idea di ripartire dalla bici vi solletica, sarà bene conoscere anche i numerosi vantaggi per la salute:

bicicletta

  • Il portafoglio vi ringrazierà: la bici non ha bisogno del pieno né dell’assicurazione e si parcheggia ovunque, senza costi.
  • Il miglioramento della circolazione sanguigna vi aiuterà a tenere a bada colesterolo e trigliceridi. Pedalare, inoltre, riduce le tossine e apporta ossigeno; un modo semplice al fine di evitare spese impreviste per controlli medici.
  • L’esposizione costante all’aria aperta e alla luce stimola la produzione di vitamina D che migliora notevolmente il riposo notturno.
  • A livello estetico, il consumo di calorie, il rassodamento, il miglioramento del respiro e l’aumento della resistenza sono solo i primi e i più evidenti vantaggi del movimento che vi farà risparmiare immediatamente le spese della palestra.
  • Usare le due ruote elimina lo stress. Andare in bicicletta disintossica anche dalle preoccupazioni e dai pensieri e, non ultimo, aumenta la fiducia.
  • Scegliere di non usare la macchina si risolve poi nell’evitare di riversare sostanze inquinanti nell’aria e non solo: le città sarebbero certamente più vivibili e tranquille con grande vantaggio per l’ecosistema.
  • Pedalare insieme, per finire, favorisce il legame di coppia, il dialogo e la complicità.

Tre regole per scegliere la bicicletta giusta

  1. Per prima cosa è bene precisare che la taglia della bicicletta va scelta in funzione del proprio cavallo.
  2. Toglietevi le scarpe ed appoggiatevi con schiena e gambe a una parete, in modo tale che la misurazione sia il più affidabile possibile. Misurate la distanza che separa il sottosella dal terreno poggiando il metro sulla parete stessa e sarete già a metà opera.
  3. Per trovare la giusta taglia del telaio vi basterà applicare la seguente formula alla misurazione di cui sopra:

Taglia del telaio = Cavallo x 0,65 (arrotondare per eccesso)

Per trovare la giusta taglia del telaio vi basterà applicare la formula alla misurazione di cui sopra:

Ad esempio, per un cavallo di 79 centimetri la taglia del telaio sarà:

79 x 0,65 = 51.35 ≈ 52
IMPORTANTE: La taglia della bici è spesso espressa in pollici. In questo caso, ricordatevi di dividere la vostra taglia per 2,5. Quindi: 52/2,5 = 20,8 ≈ 21’
Se invece la taglia è espressa in lettere (S, M, L, XL) dovrete misurare la distanza fra manubrio e terreno e ottenere così la taglia corrispondente. E ricordate che ogni bici è personalizzabile.

La sicurezza prima di tutto

Pedalare nel traffico vi darà molte soddisfazioni ma ricordate sempre che l’automobilista ha sempre molti vantaggi sul vostro mezzo. Quindi, in generale è meglio scegliere strade con meno auto e dove il traffico è più lento. Se ci sono piste ciclabili, i ciclisti sono obbligati a usarle.

Fatevi vedere

Catarifrangenti sui pedali, sulle ruote e sul telaio, davanti e dietro. Se la vostra bici non è munita di impianto elettrico, montate una luce posteriore a LED e una luce di segnalazione a LED bianco anteriore, oppure un vero e proprio faretto se avete bisogno di illuminare la strada. Indossate sempre una pettorina rifrangente e il casco apposito. Per scegliere quello giusto, potete consultare il seguente link: altroconsumo.it

Segnalate la vostra presenza con il campanello

  • Il campanello è obbligatorio e che sia ben udibile anche a distanza e nel caos del traffico.
  • Guardatevi spesso alle spalle.
  • Usate uno specchietto retrovisore. Ce ne sono di diverso tipo, da applicare al manubrio, al casco oppure sugli occhiali.
  • Rispettate le norme. Conoscere e rispettare norme e segnaletica è un modo per partecipare consapevolmente alla propria sicurezza.
  • Siate prudenti: prudenza e buon senso aiutano a prevenire incidenti.
  • Evitate, se possibile, le strade più trafficate.
  • Segnalate con il braccio l’intenzione di svoltare.

Il ciclista deve attenersi scrupolosamente al Codice della Strada come se fosse alla guida di un’auto: non andare contromano, non passare con il semaforo rosso, scendere dalla bici negli attraversamenti pedonali, non utilizzare le corsie interne delle rotatorie.

Ammortizzare il costo di una bicicletta

Non lesinate sul prezzo della bicicletta perché i soldi spesi si ammortizzano rapidamente. Ovviamente, assorbita la spesa iniziale per l’acquisto, non si hanno praticamente più costi. Se volete trattarvi e trattarla bene, portatela ogni sei mesi dal ciclista per una messa a punto. Disdire l’assicurazione della moto o della macchina è una bella soddisfazione e un grande risparmio, per non parlare dell’olio, dei copertoni o dei pezzi che si rompono e vanno quindi sostituiti. Per concludere, tenete presente che una bellissima bici costa la metà del più economico dei motorini e dieci volte meno di una macchina mediocre.

Qualche accorgimento per non farvela rubare

Legate la bici sempre, anche se vi fermate brevemente per entrare in un negozio. Legatela a qualcosa di ben saldo (cancellate, pali della segnaletica stradale o simili). Se la bici è costosa, dovrete spendere qualcosa in più per la qualità dei lucchetti. Cercate di combinare soluzioni diverse (lucchetto a U + filo d’acciaio) in modo che un ladro attrezzato, per rompere un sistema di sicurezza, non sarà probabilmente in grado di rompere l’altro.

Infine, se proprio siete dei pigri inguaribili, esiste anche per voi la bici perfetta: quella elettrica.

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento!
Inserisci qui il tuo nome