Home Guide Vaccino antinfluenzale? No grazie!

Vaccino antinfluenzale? No grazie!

636
0
vaccino antinfluenzale

Il vaccino antinfluenzale, anche quest’anno come ogni anno, è sempre raccomandato agli anziani che hanno più di 65 anni di età, ai bambini sopra i 6 mesi, alle persone affette da malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio e alle donne incinte nel secondo e terzo trimestre di gravidanza. Se è vero che fare il vaccino antinfluenzale è una forma sicura ed efficace di prevenzione dall’influenza (il suo utilizzo garantisce uno scudo contro il virus nel 70-80% dei casi), è anche vero che tutti possono fare molto per evitarla migliorando il sistema immunitario.

Prevenire l’influenza senza vaccino

L’influenza è una malattia virale che si può contrarre tutto l’anno, in particolare nei cambi di stagione e nei periodi più freddi, quando cominciano a presentarsi sintomi come raffreddore, tosse, dolori articolari e muscolari, febbre e a volte anche dissenteria e vomito. Migliorare il nostro sistema immunitario per prevenire l’influenza non è poi così difficile, ma dobbiamo tener presente che, ogni giorno, dobbiamo ottenere la nostra dose di buona salute dai nutrienti che si trovano negli alimenti. L’assunzione costante di frutta e verdure rigorosamente fresche e di stagione, ricche di vitamine e sali minerali, contribuirà a mantenere in perfetta efficienza l’organismo.

Un vaccino antinfluenzale carico di… frutta e verdura

  • Il cavolo e le crucifere apportano minerali come il ferro, sali minerali e vitamine.
  • I kiwi, le arance, i limoni e gli agrumi in generale apportano molte vitamine e nutrienti essenziali per il nostro sistema immunitario.
  • La graviola (Annona Muricta), un frutto tropicale che, oltre a possedere riconosciute proprietà antivirali, combatte forme atipiche del morbo di Parkinson, per la sua alta concentrazione di annonacina.
  • Noci, mandorle e avocado, possiedono buone quantità di vitamina E e di grassi “buoni” energia insostituibile per il corpo.
  • Le carote, il melone e albicocche secche invece apportano la giusta quantità di vitamina A.
  • Le pere e le mele cotte sono ottime per combattere l’influenza per le loro proprietà fluidificanti.
  • Aglio, cipolla e spezie svolgono un’attività antisettica eccezionale e, perché no, aggiungono gusto ai piatti. Il peperoncino e il curry ad esempio, contengono principi attivi anti-infiammatori e vasodilatatori, sono ricchi di vitamina C e aiutano a liberare le cavità nasali.
  • Il miele per la fluidificazione del catarro e per calmare crisi di tosse e lenire le mucose in caso di raucedine.
  • Il tè verde oltre all’effetto anti ossidante, contiene flavonoidi con importanti proprietà anti-virali. il tè nero in particolare, aumenta il numero di linfociti T e di citochine.
  • Per finire l’apporto di acqua ci permette di eliminare tossine.

Un vaccino antinfluenzale con le proteine

Le proteine, meglio se di origine vegetale, sono un ottimo aiuto contro l’influenza : le trovate nei cereali integrali, nelle verdure a foglia verde e nell’avocado.

  • I grassi “buoni” , come quelli contenuti nel mais, nella soia e nel sesamo, apporteranno molti benefici, ad esempio quello di prevenire i problemi cardiaci.

Ridurre i carboidrati

prima colazione

Consumare una buona quantità di cereali integrali vi consentirà di aumentare i vostri globuli bianchi. I carboidrati delle farine raffinate invece, apporteranno al vostro organismo meno linfociti T, con conseguente abbassamento delle difese immunitarie. Oltre allo zenzero, il miele e il limone, vi consigliamo di aggiungere ogni giorno alla vostra dieta aglio crudo, mandorle, cavoli, fagioli bianchi, mirtilli, lamponi e funghi.

  • Gli antiossidanti sono ottimi per combattere l’influenza

Gli antiossidanti hanno la capacità di eliminare le tossine e riparare le cellule danneggiate da virus o batteri. Quelli più potenti sono le vitamine C ed E, il beta-carotene, lo zinco e il selenio. Si trovano nelle barbabietole, nei pomodori e nelle carote, nel mais, nelle arance e nei peperoni, nei broccoli, nelle noci e nella papaya, nei semi di girasole e negli spinaci.

Un vecchio rimedio sempre attuale contro l’influenza per rafforzare il vostro sistema immunitario, consiste nel consumare ogni mattina prima di fare colazione.

  • Il limone, potente antiossidante, battericida e detossinante tossine, apporta numerose vitamine.
  • Il miele, antisettico, antivirale e anti batterico, è un rimedio molto potente per il mal di gola.
  • Lo zenzero, espettorante e detossinante, libera le fosse nasali e regola la temperatura corporea.

Cosa serve

  • una fetta di zenzero fresco
  • un cucchiaio di miele
  • un limone con la buccia, tagliato a fette
  • quattro tazze di acqua

Come si fa

  • Mettete il tutto in un frullatore e frullate
  • Consumatene un cucchiaio per volta  e conservate il resto in un contenitore di vetro chiuso ermeticamente, in frigorifero
  • Consumate ogni giorno al mattino prima di fare colazione

In alternativa, QUI troverete la ricetta per preparare la classica tisana limone e zenzero

  • Vaccino antinfluenzale con il tè

Un’altra opzione molto efficace è quella di dissetarsi con il tè, al quale aggiungerete due fette sottili di zenzero. Quando il tè sarà pronto, togliete dal fuoco e aggiungete succo di un limone e un cucchiaio di miele.

  • Vaccino antinfluenzale di gelatina

Se vi sentite fiacchi e avete febbre, usate questo vaccino antinfluenzale: riempite un barattolo con coperchio con qualche fettina di zenzero, qualche fettina di limone con la buccia e un paio di cucchiai di miele. Un cucchiaio di questa gelatina vi sosterrà nei momenti peggiori. Si può conservare fino a tre mesi in frigorifero, sempre ben chiusa.

Altri trucchi contro l’influenza

I famosi “fumenti” fanno sempre bene: i vapori caldi da una pentola con acqua alla quale avrete aggiunto essenze balsamiche è uno dei rimedi più usati contro la tosse o il raffreddore. Se non avete fatto il vaccino antinfluenzale non dimenticate queste raccomandazioni:

  • Lavate molto spesso le mani
  • Evitate le persone con malattie respiratorie febbrili soprattutto quando sono nella fase iniziale
  • Fate usare alle persone malate di famiglia o a quelle che vi è impossibile evitare, le apposite mascherine di carta.

Se vi ammalate anche seguendo questi consigli, forse è meglio che, la prossima volta, facciate il vaccino antinfluenzale.

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento!
Inserisci qui il tuo nome