Home Guide Zenzero. Meglio dell’ibuprofene

Zenzero. Meglio dell’ibuprofene

994
0
zenzero

Usato da millenni nella medicina Ayurvedica, pare che lo zenzero sia molto più efficace dell’ibuprofene ed abbia la stessa efficienza del cortisone, con la differenza che non produce i pesanti effetti collaterali dei farmaci chimici e apporta enormi benefici.

Zenzero. Antidolorifico per eccellenza

Lo studio è stato effettuato dall’equipe del Dr Krishna C. Srivastava  presso l’Odense University in Danimarca. Il medico rivela che lo zenzero contiene molti composti in grado di inibire la produzione di citochine, le molecole che causano infiammazione e quindi dolore.
Il dottor Srivastava ha somministrato a pazienti artritici piccole quantità di zenzero ogni giorno per tre mesi e quasi tutte le persone coinvolte hanno avuto  miglioramenti molto significativi nel dolore, gonfiore e rigidità mattutina. In un altro studio su pazienti affetti da osteoartrite invece, si sono verificati notevoli miglioramenti rispetto al dolore alle ginocchia a seguito della somministrazione di zenzero in dosi giornaliere da cinquanta a trecento milligrammi per un periodo massimo di trentasei settimane. I ricercatori hanno inoltre sottolineato che lo zenzero è migliore anche del cortisone perché quest’ultimo può causare gonfiore, aritmia cardiaca, debolezza muscolare, pressione alta,  problemi di insonnia e ansia.

Come si usa

Nella medicina ayurvedica indiana, lo zenzero è stato utilizzato per migliaia di anni come alimento antinfiammatorio naturale, per i suoi effetti antinfiammatori e antidolorifici sia se mangiato fresco, scaldato oppure in polvere.

  • Per godere degli effetti benefici dello zenzero si consiglia di assumerne una quantità compresa tra i dieci e i trenta grammi al giorno

In cucina, a fettine o grattugiato, è perfetto per aromatizzare zuppe e verdure. In polvere, invece, è ideale per arricchire dolci e frittelle. Perfetto da aggiungere in molti piatti sia salati che dolci.

  • Zuppe, stufati e fritti
    Aggiungetelo fresco tritato o in polvere nelle zuppe, stufati, fritti (al posto dell’aglio) e altre ricette.
    Centrifughe, frullati ed estrattori
    Il succo di fresco è un concentrato di benessere che si abbina bene a verdure e frutta, come carote o mele. Aggiungetelo a questi frullati.
    Tisane
  • La Tisana di Zenzero fresco è un altro ottimo modo per assorbire tutte le sue proprietà. Tuttavia bisogna farlo bollire a lungo per far uscire tutti i principi attivi. Ecco come: prendi una radice di 5-6 centimetri ben lavata e tagliata a pezzettini, aggiungila ad un litro di acqua e fai bollire a fuoco bassa per 45 minuti o un’ora. QUI troverai una tisana bomba contro la tosse ed il raffreddore.
  • Massaggi
    Il massaggio ayurveda viene eseguito con l’ausilio di polveri caldi a base di erbe, oli vegetali e polveri minerali, tra le quali anche lo zenzero. Riattiva il metabolismo, agevola la circolazione e stimola il drenaggio cutaneo. Il calore prodotto dallo strofinamento dei polveri riequilibra le energie del corpo.
  • Tinture
    Lo Zenzero si può reperire anche sottoforma di tintura, per poterne assorbire facilmente i principi attivi. La dose consigliata è di 30 gocce tre volte al giorno.
  • Capsule
    Le capsule sono invece molto pratiche per chi è spesso fuori casa. Seguire sempre le indicazioni sulla confezione.

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento!
Inserisci qui il tuo nome