Orchidee Dracula, a rischio estinzione

Dracula, un nome da brivido per un fiore unico

Alessandra Visco
Posted on Febbraio 15, 2017, 2:38 pm
4 mins [post-views]

Alle Orchidee Dracula è stato dato il nome del mitico e terrificante vampiro della Transilvania solo perché hanno sepali appuntiti, molto simili ai canini di un vampiro. Questi bellissimi e strani fiori sono nativi dell’America centrale e del nord-ovest delle Ande e sono rarissimi. Appena scoperte sono già a rischio estinzione. L’appellativo “Dracula” si applica in verità ad un intero genere di orchidee, tra cui alcune specie rosso sangue. Purtroppo, però, queste nuove specie da poco scoperte in Ecuador, sono minacciate dalla deforestazione e quindi a rischio estinzione. È per questo motivo che alcuni gruppi di conservazione chiedono la creazione di una nuova riserva naturale nella regione del Chocó, nel nord-ovest dell’Ecuador.

Appena scoperte e già a rischio estinzione

Rainforest Trust e Fundación EcoMinga si sono offerte di acquistare una zona di 650 ettari di terra in quella zona dove le due specie di orchidee, il Terborchii Dracula e Dracula Trigonopetala, sono state recentemente scoperte.

Le nebbie costanti che circondano la regione del Chocó si creano a causa delle nuvole che “rotolano” fuori dal Pacifico infrangendosi sulla parte occidentale delle Ande. Questo è un clima unico: “La zona in cui stiamo proponendo la nuova riserva per l’ orchidea Dracula è di grande importanza per la biodiversità”, ha detto Paul Salaman, ornitologo e ambientalista della Rainforest Trust e supervisore della conservazione della biodiversità in tutta l’America Latina. ” Il luogo è stato scelto all’interno di una tra le più piovose foreste tropicali del mondo.”orchidea dracula

Anche se ci sono migliaia di specie di orchidee in tutto il mondo, un terzo di loro provengono dalla Colombia e dall’ Ecuador. “Il Chocó è la zona più ricca”, ha detto Salaman. “E ‘possibile che questa piccola riserva di soli 650 ettari possa contenere il cinque per cento di tutte le orchidee sulla Terra.” Su un singolo ramo di un albero, possono crescere decine di specie di orchidee. E’ probabile inoltre che vi siano ulteriori specie mai viste in quest’area.

Chocò, una riserva unica che contiene il 5% delle orchidee esistenti

Anche se questa zona è stata scarsamente abitata perchè troppo piovosa e umida per l’uomo, una recente ondata di colonizzazione sta portando alla perdita dell’habitat necessario alle orchidee: un alto tasso di deforestazione a causa del taglio del legname, dell’estrazione mineraria e dell’agricoltura. Nella zona che sarebbe destinata alla riserva naturale, non vivono persone indigene e se ci fossero acquirenti per la terra, sarebbe per l’allevamento e lo sfruttamento delle risorse naturali.

Altre specie in via di estinzione potranno beneficiare dalla creazione della riserva, come ad esempio gli uccelli tipici delle zone umide, molti anfibi, insetti e mammiferi. “Anche grandi mammiferi sono stati scoperti in questo settore “, ha detto Salaman. Si può immaginare che ci sia ancora molto da imparare su questo bioma unico.

Per poter finanziare a lungo termine questa zona protetta, la Foresta pluviale Trust e Fundación EcoMinga sperano di poter creare all’interno della riserva, un piccolo sito dedicato all‘ecoturismo, dove i ricercatori e i viaggiatori possano pernottare. “Questo non funziona in tutti i casi, ma questa è una riserva davvero unica, siamo fiduciosi che funzionerà”, ha detto Salaman.

Rainforest sta cercando di raccogliere 58.994 $ per comprare il terreno per la riserva di “Dracula”. Fino ad ora sono stati raccolti $ 32,720 verso l’obbiettivo. Salaman ha incoraggiato la partecipazione dicendo che “Sarebbe molto bello se ci fosse una maggiore attenzione a questa regione, ed una grande partecipazione.”

Leave a Reply

  • (not be published)