Home Eco Genious Parte il Nuovo Progetto Atlante degli Anfibi e Rettili del Lazio

Parte il Nuovo Progetto Atlante degli Anfibi e Rettili del Lazio

478
0
Societas Herpetologica Italica

Presso la Sezione Lazio della Societas Herpetologica Italica, sono a buon punto le verifiche e le analisi dei dati delle segnalazioni di presenza, pregressi e recenti, per la realizzazione del database operativo sul quale basare nei prossimi mesi le indagini sul territorio del Lazio.

Le nuove ricerche dovranno definire meglio o completare la conoscenza delle popolazioni di anfibi e rettili presenti in questa regione.  In questa prima fase si cercherà di concentrare gli sforzi di tutti i collaboratori verso il completamento almeno del “primo giro” di conoscenza generale della distribuzione dell’erpetofauna regionale. Cioè esistono territori ancora completamente “inesplorati” dal punto di vista erpetologico e senza segnalazioni (almeno per il periodo recente 2010-2020).  Questi “buchi” sono vistosi soprattutto nella provincia di Frosinone, ma non solo. Le osservazioni-segnalazioni dovranno riguardare tutte le specie di anfibi e rettili: anche la comune lucertola muraiola (Podarcis muralis) o il rospo comune (Bufo bufo) hanno vistose lacune nelle attuali conoscenze distributive. 

Come collaborare all’Atlante degli Anfibi e Rettili del Lazio

Cominciamo con questo messaggio a diffondere le carte di distribuzione (con i dati a marzo 2020 e con presenza accertata in ciascun quadrante di 10 chilometri di lato) delle specie di Anfibi non minacciati. Sono tutte specie di anuri che nel Lazio sono già impegnati nella riproduzione e che quindi vanno ricercati proprio in questo periodo di fine inverno e dei primi mesi primaverili. Per le altre specie, in buona parte particolarmente protette, le ricerche saranno possibili solo ai membri della Sezione S.H.I. Lazio che hanno ricevuto l’autorizzazione in deroga dal Ministero per l’Ambiente: è possibile partecipare alle loro ricerche inoltrando alla Segreteria della Sezione una formale richiesta insieme all’invio di un sintetico curriculum. Le segnalazioni devono essere effettuate utilizzando le procedure on-line di Ornitho.it o sul cellulare con l’App “NaturaList”.

In entrambi i casi si dovrebbe selezionare, nella casella progetti,  “Progetto Atlante Anfibi e Rettili del Lazio”. Ai collaboratori alle prime esperienze erpetologiche si richiede di abbinare sempre una fotografia, anche se a distanza, anche se fatta con il cellulare. Nota molto importante: tutti, ricercatori specialisti e collaboratori occasionali, dovranno cercare di non arrecare stress, disturbo o danno agli individui di anfibi e rettili campionati e di rispettare i vincoli di prevenzione sanitaria divulgati dalla Societas Herpetologica Italica (qui il Link di riferimento).
È anche possibile, per chi avesse già numerosi dati o che fosse in difficoltà a destreggiarsi sul web per inserirli uno per uno, utilizzare un file excel apposito. Nella sua complessità (che dobbiamo rispettare per uniformare i dati ricevuti dalla Commissione Atlante S.H.I. e che è fondamentale per un travaso a livello data base centrale) non sono molti i campi dove inserire i propri dati: li ho tutti evidenziati ed ho messo chiari esempi per poter operare in facilità.

Alleghiamo anche la carta del Lazio con i quadranti ufficiali UTM Fuso 32/Fuso 33 di 10 chilometri di lato e con inserito nel centroide degli stessi, la segnalazione presente in banca dati (almeno una segnalazione); i quadranti vuoti sono quelli sui quali attenzionare le prossime ricerche/osservazioni. Ad oggi presso la SHI Lazio sono stati verificati ed inseriti nel database ufficiale circa 8000 record e si stanno organizzando i dati provenienti da altri archivi.  

Sul Gruppo Facebook “S.H.I. Sezione Lazio” a breve saranno divulgati i nominativi dei Referenti di area con i loro indirizzi email: tutti i collaboratori che vogliono partecipare in modo continuativo al Progetto e che preferiscono concentrare le proprie ricerche-osservazioni nella stessa area, potranno da quel momento interagire direttamente con loro. 

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento!
Inserisci qui il tuo nome