Home Eco Genious Fiori secchi, tutti i modi per farli in casa

Fiori secchi, tutti i modi per farli in casa

57
0
fiori secchi

Decorazioni e ghirlande di fiori secchi sono perfette per abbellire gli angoli più tristi della casa e renderla perfetta per ricevere ospiti e amici. Per essiccare i fiori in casa esistono molti modi e, per iniziare a fare pratica, potete scegliere rose, mimose, rametti di lavanda, erica o spighe di grano; tutte piante particolarmente adatte alle tecniche che vi proponiamo qui di seguito.

Fiori secchi, tutte le tecniche per farli in casa

  • ESSICCARE ALL’ARIA

Indicata soprattutto per le rose, questa semplice tecnica consiste nel collocare i fiori in un ambiente asciutto e arieggiato, lontano da fonti di calore e di luce. Alcuni esperti di giardinaggio consigliano di legare i fiori a testa in giù e, dopo quattro o cinque giorni, di coprirli con una patina di lacca per capelli.

  • ESSICCARE SU UN PIANO

La lavanda, le pigne e i muschi vanno stesi ben distanziati su una superficie di cartone, di carta da giornale o su una tavola in legno in modo che l’aria possa circolare liberamente. Per accelerare l’essiccazione dei muschi, può essere utile formare il piano sul quale verranno posti, con più fogli di carta da giornale per assorbire meglio l’umidità.

  • ESSICCARE IN POSIZIONE VERTICALE

Questa tecnica è consigliata per mimose ed eriche che devono essere messi in un vaso con acqua. Lasciate tra loro un po’ di spazio così da evitare che le foglie si accartoccino e che i colori sbiadiscano con la disidratazione. La posizione verticale è indicata anche per la lavanda marittima e il giunco. Stessa tecnica ma senza acqua: per questi fiori la disidratazione è spontanea.

  • ESSICCARE SU GRIGLIA

Se i fiori da essiccare hanno la parte superiore con boccioli o bacche pesanti, è meglio servirsi di una griglia che permetta di inserire il picciolo o lo stelo nei fori in modo tale che il frutto o il fiore resti nella parte superiore della griglia. Questa tecnica è utile anche per pannocchie e cardi.

  • ESSICCARE CON L’AIUTO DI SOSTANZE NATURALI O CHIMICHE

Per rendere più veloce il processo di disidratazione e lasciare intatti e brillanti i colori dei fiori si può ricorrere all’aiuto di alcune sostanze naturali (come la sabbia) o chimiche (come il detersivo per bucato o la glicerina); ovviamente vi consigliamo di usare sempre le sostanze naturali! Questa tecnica consiste nel ricoprire il fondo di una scatola di latta con uno strato di circa 0,5 cm di essiccante. Vi si appoggiano i fiori che vanno a loro volta coperti prima di chiudere il contenitore. La sabbia è particolarmente adatta per fiori resistenti e il tempo necessario per essiccare è di circa tre settimane; il detersivo per bucato si presta meglio per fiori delicati e fragili e il tempo che l’essiccazione richiede è di circa quindici giorni. Una sostanza molto efficace, soprattutto per essiccare le foglie (di edera, di alloro, di faggio rosso, ecc.), è invece la glicerina. In questo caso è necessario pulire bene le foglie e lasciarle in acqua per alcune ore. Successivamente si ricoprono le foglie con acqua calda mista a glicerina e si lasciano riposare in un luogo buio e asciutto, fino a quando il loro colore non cambia. L’ultimo passaggio consiste nel lavare le foglie e lasciarle asciugare su carta di giornale.

  • ESSICCARE CON LA GLICERINA

La glicerina ha il potere di sostituire gradualmente la linfa:

  1. versare nel fondo di un vaso, 3/4 di tazza di acqua calda e 1/4 di tazza di glicerina.
  2. È consigliabile avere già messo i fiori in acqua tiepida per un paio di ore.
  3. Quando i fiori avranno assorbito completamente l’acqua e la glicerina, potrete sospendere i fiori a testa in giù e asciugarli con cura.
  4. Alcuni fiori richiedono diverse settimane, almeno fin quando avranno cambiato colore.
  5. Una volta asciutti, i fiori ma anche le erbe, potrete comporre facilmente dei bouquets.
  6. Terminate l’operazione sempre con un po’ di lacca per capelli.
  • ESSICCARE ATTRAVERSO PRESSATURA

Se i fiori secchi devono essere utilizzati per quadri, vetri o cornici, vanno schiacciati con una pressa apposita, ma potete anche lasciarli a seccare sotto libri molto pesanti, dopo averli protetti con della carta assorbente.

Essiccare i fiori. Regole base del fai da te

Ricordate che i boccioli non devono mai essere completamente maturi o i petali si perderanno nel processo. Inoltre fate sempre attenzione ai tipi di fiori che si stanno utilizzando. Tenete presente che l’essiccazione all’aria va bene per le varietà più robuste come le rose o per i fiori che durano più a lungo come la lavanda. Per i fiori più delicati come i gigli, adottate la tecnica di conservazione come la pressione di cui abbiamo già parlato. Gerbere, margherite, crisantemi, rose e tulipani sono invece ottimi candidati per la tecnica di essiccazione a microonde, un fai da te semplicissimo che conserva il loro colore molto meglio di una asciugatura all’aria.

Ecco qualche consiglio per essiccare i fiori al microonde

1) Utilizzare gel di silice nel contenitore destinato all’essiccazione. Coprire il fondo del contenitore con circa un pollice o due di gel di silice (una quantità maggiore se i fiori sono più grandi). Appoggiate i fiori nel gel con l’apertura verso l’alto e poi delicatamente versarci sopra altro gel. Fate questa operazione con molta attenzione, altrimenti i petali possono appiattirsi. Ricordate che il gel di silice può essere usato più e più volte.

2) La temperatura del forno a microonde e il tempo di utilizzo varia da un fiore all’altro ma l’unico modo per ottenere dei risultati perfetti è quello di andare per tentativi e imparare dagli errori, perché la ricetta giusta varia a seconda della grandezza e della quantità di acqua contenuta dal fiore. Prima di tutto, posizionate il contenitore scoperto nel microonde e quindi avviate il forno su uno o due livelli superiori allo sbrinamento per due/cinque minuti. Tenete presente che le rose sono in grado di sopportare una maggiore quantità di calore mentre le margherite preferiscono temperature più basse. Iniziate con un breve lasso di tempo controllando periodicamente il progresso di essiccazione. Aumentate la temperatura e il tempo se vi sembra necessario.

3) Una volta che i fiori saranno asciutti, aprite il forno e coprite immediatamente il contenitore. Togliete il recipiente coperto dal forno, lasciate una piccolissima apertura e fate riposare per ventiquattro ore. Una volta raffreddati, pulire i petali con un pennello fine e passate con uno spray acrilico.

Fiori e frutta essiccata 

Le decorazioni per la casa si possono facilmente fare a mano utilizzando fiori e frutta essiccata, sono poco costose e facilissime da fare. Per cominciare è sufficiente essiccare dei fiori ma anche della frutta, iniziando con un pompelmo, un’arancia e una mela.

Per essiccare la frutta

Come si fa:

  1. Tagliate delle fette sottili di frutta in una ciotola scartando le estremità: le fettine di frutta dovrebbero essere abbastanza sottili da far trasparire la luce, quando saranno essiccate.
  2. Mettere tutte le fettine di frutta su fogli di carta da forno e poi nel forno a 50/60 gradi: per ottenere un risultato lasciate essiccare per circa sette ore.
  3. Lasciar raffreddare perfettamente.
  4. Utilizzare vernice trasparente artigianale o vernice da decoupage da spennellare leggermente sulla frutta secca.
  5. Lasciar asciugare.
  6. Capovolgere e ripetere l’operazione nell’altro lato della frutta.

Quando avrete a disposizione abbastanza frutta e fiori, potrete sbizzarrirvi a comporre centrotavola o ghirlande aiutandovi con colla oppure con ago e filo.