I cinque alimenti che nutrono le articolazioni

Alessandra Visco
Pubblicato il 10 luglio, 2018, 5:58 pm

La ricerca dimostra, con  sempre maggiore precisione, che certi alimenti possono aiutare concretamente a mantenere le articolazioni flessibili, rallentandone l’invecchiamento e favorendone il trofismo e la funzionalità. Vediamo e seguire una lista di cinque alimenti che sono un toccasana per le articolazioni.

Gli alimenti che nutrono le articolazioni

SI tratta di cibi salutari, ricchi di sostanze che agiscono positivamente sul corpo umano e particolarmente benefiche per le articolazioni, che del nostro fisico sono sempre zone delicate

Ecco i cinque alimenti amici delle articolazioni (e non solo) da aggiungere al carrello della spesa:

1. Fragole

Tecnicamente la fragola è una bacca, le fragole sono un cibo fresco e goloso tipico della primavera e ricchissimo di vitamina C. Rendono le articolazioni più flessibili e mantengono sana la cartilagine.

2. Olio di Oliva

Il condimento per eccellenza della cucina mediterranea è ricco di grassi salutari per il cuore, ma vari studi ci mostrano che i polifenoli dell’olio di oliva riducono le infiammazioni, incluse le dolorose infiammazioni articolari.

3. Salmone

Il salmone è un pesce estremamente nutriente, ricco di vitamina D e acidi grassi omega-3, sostanze dalle doti nutritive, ideali per garantirvi articolazioni flessibili a lungo. Se non volete o non potete consumare pesce, potete trovare le stesse proprietà – concentrate – nell’olio di semi di lino.

4. Tè verde

Il tè verde è una bevanda ricca di qualità, blandamente diuretica, amica del cuore de del metabolismo, ma apporta anche catenine, sostanze antiossidanti che aiutano il corpo in generale e le cartilagini in particolare.

5. Verdure a foglia verde

Le verdure a foglia verde contengono calcio e minerali, nonché sono una fonte di vitamina K, importante per il metabolismo dell’osso e il benessere delle articolazioni. Attenzione però alle dosi se siete in trattamento con anticoagulanti o avete patologie legate alla coagulazione. In quale caso, moderazione e il  consiglio de medico vi suggeriranno la strada migliore per non privarvi di questo magnifico dono della natura.

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)