L’europarlamentare Elly Schlein: “urge un fronte progressista ed ecologista insieme”

L'Europarlamentare Elly Schlein parla ai microfoni di Greenious della questione Aquarius, della posizione italiana in Europa e dell'urgenza di un'alleanza progressista e ambientalista.

Frida De Rei
Pubblicato il 17 giugno, 2018, 10:24 am

Elly Schlein, l’eurodeputata di Possibile che pochi giorni fa ha attaccato l’assenteismo dei leghisti alle riunioni sulla riforma di Dublino, oggi si trova a Roma per partecipare all’evento “Disegna l’Italia Futura”. Una giornata di riflessione e scambio su molte delle tematiche che non trovano spazio nell’agenda politica del nuovo Governo. Un intervento, il suo, che ricorda come sia possibile creare lo spazio per un fronte progressista ed ecologista insieme.

Sostenibilità ambientale, questione di genere, innovazione sociale, buone pratiche amministrative, sono solo alcune delle tematiche trattate. La proposta è quella di capire come costruire un’idea alternativa dell’Italia a partire dai diritti delle persone, soprattutto quelle più fragili, e da una politica economica e sociale che dia opportunità a tutte e tutti.

 

“Temo che a Salvini non importi nulla di cambiare Dublino! Sacrifica i diritti fondamentali e l’interesse italiano sull’altare di un’alleanza politica con l’Ungheria di Orbán che ha il solo fine di far saltare l’Unione Europea”

 

Durante l’assemblea plenaria sono intervenuti tra gli altri, la deputata Laura Boldrini, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, Domenico Lucano sindaco di Riace, Federica Angeli giornalista antimafia, Gabriele Piazzoni segretario nazionale ArciGay, Marco Furfaro coordinatore rete Futura, Massimiliano Smeriglio vicepresidente Regione Lazio, Maria Pia Pizzolante presidente di TILT!, Amedeo Ciaccheri neopresidente del Municipio VIII a Roma.

 

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)