Home GreenTopic Giardini storici, fra verità e finzione

Giardini storici, fra verità e finzione

98
0
giardini storici

Giovedì 21 e venerdì 22 febbraio si rinnova negli spazi Bomben della Fondazione Benetton Studi Ricerche di Treviso l’appuntamento annuale con le giornale internazionali di studio sul paesaggio, che, in questa quindicesima edizione, propongono una riflessione sui Giardini storici, fra verità e finzione.

Sedici relatori provenienti da Italia, Europa e Stati Uniti sono chiamati a indagare il tema del “giardino storico” da una prospettiva inedita e originale, quella offerta dalle letture, restituzioni, interpretazioni critiche dei modelli storici nel paesaggio del XX e del XXI secolo.

Il programma delle due giornate

Giovedì 21 febbraio 2019

ore 10-10.30 Marco Tamaro, saluti istituzionali. Luigi Latini e Simonetta Zanon, introduzione alle giornate di studio 2019

Il gioco delle riproduzioni. Autenticità, uso e migrazione di modelli e documenti storici, copie.

ore 10.30-13.30 Luigi Latini introduce e coordina la mattinata. Vincenzo Cazzato, Verità e finzione nel giardino italiano del Novecento: progetti, modelli, realizzazioni. Raffaella Fabiani Giannetto, L’eredità italiana nei giardini americani del XX secolo: il caso di Philadelphia. Beate Reuber, Berlino, i “Giardini del mondo”: arte dei giardini e del paesaggio da cinque continenti.

ore 15-17.30 Josè Tito Rojo introduce e coordina il pomeriggio. Finola O’ Kane Crimmins, Paesaggi coloniali: strategie di progetto dall’Irlanda e dai Caraibi Irlandesi. Bianca Maria Rinaldi, Esotismo e autenticità: giardini “alla cinese”. Filippo Pizzoni, Giardino all’italiana o all’inglese? Quando è moda, è di moda.

ore 18 Marta Maffucci, Trasformazioni del giardino e del paesaggio nel cinema: dal luogo alla location al set.

Venerdì 22 febbraio 2019

Esercizi di lettura critica. Esempi dal ventesimo secolo e dal panorama attuale. 

ore 10-13 Monique Mosser introduce e coordina la mattinata. Luigi Gallo, Learning from Pompei. I giardini vesuviani fra indagine archeologica e ispirazione moderna. Stéphanie de Courtois, Dai piani urbanistici ai cimiteri militari. Jacques Gréber e la rilettura del giardino formale. Annemarie Lund, Scandinavia: rapporto tra storia e paesaggismo moderno.

ore 14.30-15 Prati urbani. I prati collettivi nel paesaggio delle città/City meadows. Community fields in urban landscapes, Hervé Brunon presenta il libro a cura di Franco Panzini (Fondazione Benetton Studi Ricerche-Antiga Edizioni, Treviso 2018).

ore 15-18 Anna Lambertini introduce e coordina il pomeriggio. Anette Freytag, Dieter Kienast: ripensare l’architettura del paesaggio in riferimento alla storia del giardino. Christian Bertram, Olanda: dal restauro di Het Loo ai “giardini invisibili” di Michael van Gessel. Luigi Latini, Giuseppe Rallo, Simonetta Zanon, Villa Farsetti a Santa Maria di Sala, reinvenzione di un giardino di villa nel paesaggio veneto contemporaneo.

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito della Fondazione Benetton studi e ricerche.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here