Home Eco Genious Come fare il parmigiano vegano

Come fare il parmigiano vegano

264
0
parmigiano vegano

Per una sola forma di parmigiano servono circa seicento litri di latte e per produrlo, all’età di circa due anni, le vacche da latte trascorrono in gravidanza nove mesi ogni anno. Poco dopo la nascita, i vitelli vengono sottratti alle madri e rinchiusi in piccoli recinti dove a malapena possono muoversi. Alimentati con una dieta studiata appositamente per renderli anemici e far sì che la loro carne sia bianca e tenera (come piace ai consumatori), vengono presto mandati al macello. La mucca sarà quindi munta per mesi e costretta a produrre una quantità di latte dieci volte maggiore di come dovrebbe essere in natura. Ogni anno inoltre, un terzo delle mucche sfruttate nei caseifici soffre di mastite (una dolorosa infiammazione delle mammelle).

È bene saperlo, è proprio questa la cruda realtà che si nasconde dietro uno dei prodotti più amati della cucina italiana e per questa pratica, divenuta con la grande distribuzione ormai insostenibile, sempre più persone scelgono di rinunciare ai prodotti caseari e scelgono di misurarsi con una dieta vegana. Ricordiamo inoltre che il costo del parmigiano varia dai dieci fino ai venti euro al chilo.

Il parmigiano, vegano e crueltyfree

Il parmigiano vegano invece, si può preparare con qualche manciata di semi e della frutta secca: l’aspetto sarà identico, il sapore delle pietanze certo diverso da quello tradizionale ma molto più gustoso, più o meno delicato a seconda dei prodotti che si utilizzeranno. Chi ne beneficerà davvero, sarà il portafoglio oltre che la salute.

Il parmigiano vegano può essere utilizzato per condire la pasta o per panare gli alimenti. Si può usare in forno per gratinare verdure e lasagne con un’unica accortezza: i semi di sesamo sono ricchi di olio e quindi bruciano più velocemente rispetto al normale parmigiano. Vi sembrerà strano, ma se c’è uno tra i tanti alimenti che possono essere riprodotti in casa con successo, questo è proprio il parmigiano. È  buonissimo e adatto tanto agli adulti quanto ai bambini, è semplicissimo e veloce da preparare e si conserva in frigo, in un semplice barattolo di vetro.

I mille sapori del parmigiano vegano

Se non amate i sapori forti, ecco la ricetta nella versione delicata:
Cosa serve

  • 50gr di mandorle pelate
  • 50 gr di semi di sesamo
  • sale q.b.

Le mandorle sono ricche di proteine, ferro, vitamine del complesso B, antiossidanti, vitamina E, potassio e aiutano a ridurre il colesterolo. I semi di sesamo contengono ferro, proteine, fosforo, magnesio, zinco, selenio, Omega 3 e vitamine.

Come si fa

Fate tostare i semi di sesamo in una padella antiaderente. Frullate insieme le mandorle, i semi di sesamo tostati e il sale.

La ricetta per un sapore più deciso
Cosa serve

  • 100 gr di anacardi
  • 10 gr di pinoli
  • 10 gr di noci
  • 80 gr di lievito alimentare in scaglie (si trova in tutti i negozi bio)
  • sale q.b.

Come si fa

Frullate tutti gli ingredienti insieme fino ad ottenere una polvere tritata grossolanamente.

Se avete voglia di sperimentare, potete utilizzare tutti i semi che preferite: ottimi sono anche i semi di zucca con l’aggiunta di un pizzico di noce moscata o anche i semi di lino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here