Home Guide Erbe aromatiche, le regole per coltivarle in casa

Erbe aromatiche, le regole per coltivarle in casa

1077
0
erbe aromatiche

Per coltivare in casa le erbe aromatiche bastano solo alcuni accorgimenti, poche regole fondamentali perchè esse possano crescere rigogliose anche in appartamento. Partiamo dal fatto che tutte le piante hanno bisogno di aria, acqua, nutrimento, giusta temperatura e luce. Facciamo quindi un po’ di chiarezza su cosa è meglio fare per averle sempre a portata di mano.

L’importanza della luce

La luce in particolare è essenziale, è la fonte che dà il via a quel processo chimico indispensabile che si chiama fotosintesi clorofilliana, ovvero la capacità che le piante hanno di trasformare anidride carbonica e idrogeno in zuccheri, sostanze ricche di nutrimento indispensabili per una crescita rigogliosa. E’ pur vero che alcune piante tollerano meglio la mancanza di luce, ma per tutte vale la stessa regola: nessuna pianta può vivere in assenza di luminosità. Questo vale ancor più per le piante aromatiche che ne hanno assoluta necessità rispetto a molti altri vegetali. Se avete timore di sbagliare quindi, procuratevi un lùxmetro, attrezzo digitale che serve per verificare i livelli di illuminazione degli ambienti e tenete presente che, se volete coltivare erbe aromatiche in casa avrete bisogno di circa 1500 lux al giorno.

Ricordate che la maggior parte delle piante hanno bisogno di almeno 1000 lux per 12 ore al giorno. In una giornata di sole all’aria aperta l’intensità della luce può arrivare sino a 120.000 lux.

In una giornata invernale, se il sole splende, in appartamento si può arrivare al massimo ad avere circa 5.000-6.000 lux (se il cielo è coperto si può scendere sino a 600 lux). Basandovi su questa regola è importante collocare le erbe aromatiche nel posto più luminoso della casa, magari vicino ad una finestra esposta a sud.

Le lampade fluorescenti

Se la luce è insufficiente potete sempre usare una di quelle lampade appositamente studiate per porre rimedio ad una scarsa luminosità. Ottime le lampade fluorescenti che raggiungono un’intensità luminosa compresa fra i 5000 e i 10.000 lux. Sono facilmente reperibili nei negozi di acquari, nei vivai e in genere nei negozi di illuminazione. Sono le lampade migliori per coltivare erbe aromatiche in casa, il loro consumo è moderato e rilasciano poco calore. Basta posizionarle ad una distanza di 10-15 cm dalle piante più alte. Ricordate che, se in casa la temperatura non è più alta di 20°, la lampada fluorescente potrà farla salire non oltre i 24-27° C, ottimale per una sana crescita.

Le piante aromatiche che hanno foglie variegate richiedono più luce delle altre

Nelle piante aromatiche coltivate in casa, la luminosità incide anche sul sapore e sul profumo delle foglie.
Considerate che l’intensità delle radiazioni luminose è differente da zona a zona. Nelle località montane la luce è più intensa rispetto alla pianura, mentre in città o nei centri industriali la luminosità decresce a causa del pulviscolo presente nell’aria. Le piante aromatiche non vogliono troppa umidità nell’aria quindi, se le tenete in cucina, fate attenzione al vapore delle pentole. Non tenetele troppo vicino ai fornelli e lontano da fonti di calore.

Microclima

Tenetele vicine una all’altra: tutte unite creeranno un microclima più adatto alla loro crescita. Il loro ambiente deve essere ben ventilato, quindi ricordatevi di cambiare aria ogni tanto ma senza esagerare.

  • Le piante aromatiche non tollerano gli sbalzi di temperatura
  • Durante i mesi invernali siate avari con le innaffiature

Durante la brutta stagione sarebbe opportuno tenerle in casa per poi rimetterle all’esterno appena l’aria si fa più calda. Durante la bella stagione scegliete per loro un punto assolato del terrazzo. Nelle giornate più buie in casa accendete per loro una lampada fluorescente. La maggior parte delle piante aromatiche sono dierbe aromatiche coltivare piccole dimensioni e richiedono poco spazio (come il prezzemolo o il basilico), altre invece (salvia o rosmarino) possono raggiungere dimensioni considerevoli. Pianificate quindi ogni vostra scelta anche rispetto allo spazio che avete a disposizione. Alcune sono piante perenni di volume abbastanza contenuto, quindi una volta acquistate potranno tenervi compagnia per molti anni.

I vantaggi delle erbe aromatiche in casa

Con le erbe aromatiche avrete sempre a disposizione aroma, sapore e proprietà salutari. Sono piante poco costose, anche se esistono esemplari particolari che possono raggiungere cifre più alte e non si ammalano tanto facilmente, ma in casa occorre fare più attenzione. Un clima troppo secco potrebbe essere la causa del ragnetto rosso, troppa umidità può dar vita a malattie fungine come l’oidio. Le erbe aromatiche sono utili ma anche profumate e ornamentali. Alcune, come la vaniglia o lo zafferano, sono anche particolarmente belle da vedere.

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento!
Inserisci qui il tuo nome