Home Stili di vita Sport Bubble football, il “calcio nella bolla”

Bubble football, il “calcio nella bolla”

1980
0
bubble football

La nuova tendenza del momento ha un nome particolare e si chiama Bubble Football. Cos’è? Iniziamo con il dire cosa non è. Non è una vera e propria partita di calcetto ma neanche una nuova bizzarra variante di “lotta” moderna. Mettiamola così, è entrambe: ci sono, infatti, due squadre che si sfidano su di un campo di calcio a 5 con il preciso scopo di farsi reciprocamente goal.

Bubble football, si gioca in una enorme bolla gonfiabile

Ogni singolo giocatore è chiuso ermeticamente all’interno di enormi e gommose bolle gonfiabili libero di potersi muovere solamente con le gambe. Non esistono falli e non esistono sanzioni disciplinari ed è pertanto consentito urtare contro gli avversari, tanto non c’è il rischio di farsi male grazie agli involucri protettivi, tenendoli così lontani da porte e portieri. E dopo aver rotolato per benino per un po’ per rimettersi in gara basterà semplicemente puntare di nuovo i piedi a terra e tirarsi su.

L’idea di questo nuovo sport è di due norvegesi

Avrete capito che in realtà il vero obiettivo del gioco non è quello di assicurarsi la vittoria ma di divertirsi nel catapultare e nell’essere catapultati da una parte all’altra del rettangolo di gioco. Ad avere l’idea di questo nuovo sport due signori norvegesi, Henrik Johan e Elvestad Golden. La prima partita trasmessa dalla TV norvegese alla fine del 2011 e poi il boom: quello che sembrava essere inizialmente solo un grottesco game in stile giapponese alla fine è diventato, grazie soprattutto alla popolarità conquistata su you tube, un vero e proprio divertimento in tutto il mondo con tanto di veri e propri campionati. E il fenomeno comincia a diffondersi anche in Italia con la formazione delle prime community. Diventerà davvero il nuovo calcetto? Non ci rimane che attendere, nel frattempo buone risate a tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento!
Inserisci qui il tuo nome