Home Eco Genious Guida green alle etichette

Guida green alle etichette

108
0
etichette

Le etichette: croce e delizia del consumatore attento. Ricche di informazioni preziose, ma non sempre immediate da leggere e interpretare. Vediamo come orientarci nel mare delle etichette, per fare scelte green e consapevoli.

Il mondo delle etichette: leggerle per saper scegliere

I prodotti migliori adottano delle etichette di qualità, nelle quali le informazioni sono tutte veritiere e gli ingredienti potenzialmente nocivi sono esclusi dalla composizione. Alcuni di questi potrebbero essere descritti come “delicati” o “naturali”, ma poiché il governo non richiede test di sicurezza, le aziende che producono articoli per la cura della persona possono usare pressoché tutti gli ingredienti che vogliono, nonostante i rischi.

Sostanze da evitare per una scelta green

È bene tener presente che quando si parla di cura della persona, bisogna provare a tenere in mente quali sono le sostanze che non dovrebbero comparire nell’etichetta che state apprestandovi a leggere. Intendiamoci, si tratta di sostanze totalmente lecite che però non sono in linea con una scelta green.

  • Gli ingredienti i cui nomi terminano con “parabeni”.
  • Metinal-Idantoinal-Idantoinal-Idantoina.
  •  Imidazolidinyl urea.
  • Metilcloroisotiazolinone.
  • Metilisotiazolinone
  • Triclosano.
  • Triclocarban.
  • Trietanolammina (TEA).
  •  Gli ingredienti il cui nome inizia con “PEG” o hanno un “eth” nel mezzo (es. Sodium laureth sulfate).

Suggerimenti per una scelta ponderata

La guida più sicura stilata dall’EWG (Enviromental Working Group) contiene diversi  suggerimenti per ridurre l’esposizione ad agenti pericolosi. Bisogna comunque considerare sempre che gli studi e le misurazioni vengono effettuate su soggetti adulti e che quindi la soglia di tolleranza a determinate sostanze è molto più bassa nei bambini, per via del loro metabolismo e del loro sistema immunitario immaturo.

  1.  Usare meno prodotti ed usarli meno spesso: tutto quello che usiamo, ci serve davvero? Semplifica o complica la nostra vita? Incide sulla nostra impronta ecologica? Dovremmo scegliere solo dopo esserci posti queste domande.
  2. Acquistare prodotti senza profumi. Attenzione: alcuni prodotti con un odore apparentemente neutro possono contenere comunque sostanze profumanti. Leggete sempre l’etichetta.
  3. Ridurre l’utilizzo delle tinture per capelli. Se proprio volete cambiare colore o ringiovanire le vostre chiome, provate le tinture naturali.
  4. Evitare sempre i principali agenti chimici sconsigliati ai bambini: bronopol, butilidrossianisolo, acido borico, borato di sodio, metinal-Idantoinal-Idantoinal-Idantoina, ossibenzone, triclosano.
  5. Se possibile, utilizzare saponi delicati, come il sapone di Aleppo o di Marsiglia. Sono prodotti duttili, adatti al corpo e alla pelle e grazie alla loro qualità sarà sufficiente una piccola quantità per ottenere una detersione impeccabile senza aggredire l’epidermide.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here