Il cioccolato, proprietà e benefici

Un alimento sorprendente che aiuta anche a dimagrire con grandi benefici per la nostra salute

Posted on Marzo 25, 2017, 9:03 pm
7 mins

Che il cioccolato sia buonissimo e che nelle sue varie versioni piaccia al 99,9% della popolazione non è una novità. Non è un caso se spesso viene definito “il cibo degli dei”. Si è detto tanto sui benefici del cioccolato, dalla quantità di antiossidanti, nella fattispecie i flavonoidi, alle sostanze “amiche” contenute: ferro, fosforo, magnesio e potassio. Non è più una novità neppure il fatto che il cioccolato consenta di tenere sotto controllo la pressione, riduca il pericolo di trombosi, rivitalizzi le pareti dei vasi sanguigni, aumenti il flusso di sangue alla pelle e al cervello, aiuti il Dna a esprimersi al meglio. Tutto merito dei polifenoli antiossidanti, che “assorbono” i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento promettendo una vita più lunga e più sana.

Che, addirittura, aiuti a dimagrire, è una notizia che non possiamo non accogliere con enorme felicità! Ebbene sì, il cioccolato rientra nella lista degli alimenti che accelerano il metabolismo.cioccolato fondente

Il cioccolato aiuta a dimagrire

Una serie di studi statunitensi, condotti dall’Università di San Diego in California, si sono concentrati sui benefici derivanti dall’assunzione di cioccolato, in particolare quello fondente, sui soggetti che ne consumano con una certa regolarità. Tra le proprietà da annoverare, si evidenzia l’azione riequilibrante grazie alla presenza dei flavonoidi, antiossidanti per eccellenza, che si attivano contro i radicali liberi.

Mantenendo i tessuti attivi, il fisico sfrutta al massimo le sue funzioni con benefici non solo sull’aspetto, che apparirà sicuramente più sano e giovane, ma anche nella struttura. Conseguenza apprezzabile sarà il controllo del livello di colesterolo nel sangue e un abbassamento della pressione.

Un buon funzionamento del corpo sia a livello centrale che periferico, aiuta a mantenere un giusto equilibrio che si riflette in una corretta assunzione dei nutrienti ingeriti attraverso il cibo, contro la tendenza ad un accumulo di adipe, propria di un organismo che fatica a “lavorare”.

Ovviamente il riferimento è ad una situazione di normale assunzione di cibo. In caso di squilibri, menù ipercalorici o patologie legate ad un’alimentazione sregolata, quanto detto verrebbe ovviamente meno.

Proprietà benefiche cioccolato con fragole

Alcuni studiosi affermano sia più sano del tè e del caffè. Presupposto di partenza: meglio il cioccolato nero fondente ad alto contenuto in solidi di cacao, se non addirittura le bevande fatte in casa a base di cacao puro. Riguardo ai limiti di assunzione giornaliera, il farmacologo Francesco Visioli, membro della Nfi e ordinario di Fisiopatologia all’Université Pierre and Marie Curie di Parigi, raccomanda di “seguire il buon senso, autogestendosi in modo da non superare l’introito calorico ideale ed evitare il sovrappeso”.

“Il cioccolato può rappresentare un veicolo gradevolissimo per consumare polifenoli antiossidanti, di per sé molto amari e dal sapore non gradito a tutti”, sottolinea Andrea Poli, direttore scientifico della Nfi. “Insieme al caffè e al tè”, aggiunge Joe A. Vinson del Dipartimento di Chimica dell’University of Scranton, Usa, “il cioccolato è la principale fonte di antiossidanti nell’alimentazione occidentale”.

Il caffè non è per tutte le età e i benefici del tè vengono notevolmente ridotti dall’abitudine nazionale di scegliere la variante “nero in bustina”, piuttosto del tè verde o di quello in foglie. I polifenoli contenuti nel cacao riducono la pressione arteriosa e la funzionalità piastrinica, aumentano la funzionalità dell’endotelio che riveste internamente i vasi sanguigni, migliorano la circolazione del sangue e potenziano l’espressione genica.

Non solo. L’epicatechina, tra le principali componenti polifenoliche del cioccolato e di tutti i suoi estratti cattura il colesterolo cattivo Ldl, diminuendone l’ossidazione e prevenendo così l’aterosclerosi.

C’è cioccolato e cioccolato

Fondamentale è la qualità: c’è cioccolato e cioccolato. “Il contenuto di polifenoli”, precisa Herwing Bernaert, chief innovation officer della belga Berry Callebaut, principale produttore di cioccolato al mondo, “è molto diverso a seconda del Paese di provenienza del cacao, del tipo di pianta, delle caratteristiche del suolo, dell’irraggiamento solare e infine dei processi produttivi”.

Il cioccolato di oggi contiene molti più polifenoli rispetto a quello di un decennio fa: il cioccolato americano e quello europeo, italiano compreso, contengono più o meno le stesse quantità di polifenoli. Importante il colore: quello bianco non contiene polifenoli, quello al latte ne contiene un po’ di più e quello “dark” è la forma più ricca, seconda solo al cacao puro.

Le dosi sono importantifave di cacao

La scienza non è ancora arrivata a una conclusione definitiva anche se generalmente si raccomandano 150-200 mg di polifenoli del cacao al giorno, spiega Bernaert (20 gr di cioccolato fondente contengono dai 500 ai 1000 mg di polifenoli). Attenzione quindi alle dosi.

Bisogna poi tener presente che i grassi del cioccolato hanno inoltre un potere saziante, quindi assumerli prima dei pasti potrebbe anche contribuire a ridurre l’introito calorico a tavola. Bilanciando la razione di calorie utili da assumere durante la giornata e considerando i benefici delle proprietà del cioccolato, questo viene ora anche integrato nelle diete equilibrate ed addirittura in alcune dimagranti, al contrario della tendenza in vigore fino a qualche tempo fa che poneva il divieto assoluto di consumo.

Lo studio in questione evidenzia che “consumare cioccolata è un’abitudine proporzionale al ridotto Indice di Massa Corporea ovvero il Body Mass Index, sebbene non vengano individuate le quantità necessarie o fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi”.

Ricordiamo che la lavorazione del cioccolato proveniente da aree povere del globo, nasconde spesso pratiche eticamente inaccettabili quali lo sfruttamento minorile. Per ovviare a questo rischio è consigliabile scegliere cioccolato proveniente dal commercio equo e solidale.

Leave a Reply

  • (not be published)