Home News Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino 2018. Vince Céide Fields in...

Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino 2018. Vince Céide Fields in Irlanda

104
0
vincitore Carlo Scarpa per il Giardino 2018

Il Comitato scientifico della Fondazione Benetton Studi Ricerche ha deciso di dedicare la XXIX edizione del Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino 2018 a uno dei luoghi più suggestivi e storicamente preziosi dell’intera Irlanda se non del continente europeo, la piana dei Céide Fields (letteralmente i “campi della collina dalla cima piatta”), nei pressi di Ballycastle, piccolo villaggio sulla costa settentrionale della contea di Mayo. Un luogo che nel secolo scorso ha rivelato, la presenza ancora tangibile ed estesa di un paesaggio rurale del Neolitico, oggi forse la testimonianza più importante e remota del nostro processo di conoscenza delle origini del paesaggio coltivato e delle sue vicende ambientali lungo il corso dei millenni.

Cos’è il Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino?

Il Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino costituisce, dal 1990, uno dei principali e originali progetti di ricerca, documentazione, edizione e divulgazione condotti dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche nell’ambito dell’attività scientifica che maggiormente la caratterizza sin dalla sua nascita, nel 1987, quella rivolta al paesaggio, allo studio e alla cura dei luoghi.

Quello che è stato istituito e intitolato Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino – in onore di Carlo Scarpa (1906-1978) architetto e inventore di giardini – consiste di fatto in una campagna di studio e di cura rivolta ogni anno a uno specifico e diverso luogo, scelto in quanto ritenuto, dal gruppo di studiosi che costituisce il Comitato scientifico della Fondazione Benetton stessa, particolarmente denso di valori di natura, di memoria e di invenzione, con valenze specifiche e nello stesso tempo potenzialmente universali.

Lo scopo principale di questo “premio a un luogo” è quello di contribuire a elevare e diffondere a scala ampia la cultura di “governo del paesaggio” e di “cura dei luoghi”; intende essere occasione e strumento per far conoscere, superando i confini delle comunità di specialisti, quello che è il lavoro intellettuale e manuale necessario per conoscere e governare le modificazioni dei luoghi, per salvaguardare e valorizzare i patrimoni di natura e di memoria che li contraddistinguono. In questo lavoro confluiscono scienze, tecniche, arti e mestieri, punti di vista molteplici, e si svolge attraverso l’identificazione di segni e di caratteri costitutivi dei siti, a partire dalla conterminazione dei loro ambiti. La “cura dei luoghi” prevede atti creativi, programmi lungimiranti di rinnovo, pratiche quotidiane di attenzione e manutenzione, norme che regolano la convivenza, nello stesso luogo, di patrimoni naturali, sedimenti culturali e presenze umane differenti. Rifugge da fenomeni effimeri e ricerche d’effetto, e trova il suo difficile parametro nella lunga durata; ricerca l’equilibrio tra conservazione e innovazione, in condizioni di continua mobilità del gusto e di permanente e inevitabile trasformazione del ruolo che la natura e la memoria esercitano nelle diverse civilizzazioni e fasi storiche.

È il Comitato scientifico della Fondazione che, nell’ambito delle attività di ricerca promosse, sceglie annualmente, visitandolo, un luogo che presenti caratteri, meriti attenzioni, susciti riflessioni pertinenti alle finalità del Premio, motivando in forma scritta la propria scelta. Info sui luoghi premiati dal 1990 al 2018.

La campagna del Premio Carlo Scarpa consiste in una serie di attività, ritenute utili per la salvaguardia e la valorizzazione del luogo designato, rivolte, attraverso diversi strumenti di comunicazione, agli amministratori pubblici, alle comunità scientifiche, artistiche, tecniche, operative, e in generale a quanti sono impegnati o interessati a promuovere l’elevazione del gusto, la formazione di nuove attitudini all’indagine e al progetto, la qualificazione delle modalità gestionali dei paesaggi e dei giardini.

In particolare sono previste: la cura e pubblicazione a stampa di un “dossier” in italiano e in inglese per la conoscenza del luogo; la raccolta di materiali bibliografici, cartografici e iconografici pertinenti che vengono selezionati e resi disponibili in una mostra fotografica e documentaria e, in modo permanente, nel centro documentazione della Fondazione Benetton; l’organizzazione di uno o più incontri di studio e di una cerimonia pubblica, nel corso della quale viene consegnato all’ente o alla persona responsabile del luogo un riconoscimento simbolico, costituito da un “sigillo” disegnato da Carlo Scarpa.

Il programma degli eventi

La giornata pubblica più importante è in programma sabato 12 maggio, quando si svolgeranno, a Treviso, un convegno internazionale di approfondimento, la cerimonia pubblica del Premio con la presentazione del film documentario e del volume collettivo dedicati dalla Fondazione a Céide Fields e con la consegna del sigillo disegnato da Carlo Scarpa (1906-1978), simbolo del Premio. Quest’anno, il Comitato scientifico della Fondazione Benetton ha deciso di consegnare questo sigillo all’archeologa Gretta Byrne, responsabile del complesso archeologico di Céide Fields. Questo Premio è espressione di un sentimento di vicinanza e sostegno a tutte quelle figure che in questo luogo testimoniano con il proprio lavoro, l’importanza di un bene collettivo ricco di significati e insegnamenti.

  • Sabato 12 maggio 2018, ore 9.30-13: seminario pubblico sul luogo designato presso Treviso, Fondazione Benetton Studi Ricerche, auditorium
  • Sabato 12 maggio 2018, ore 17-19 : cerimonia pubblica del Premio Carlo Scarpa presso Treviso, Teatro Comunale, Corso del Popolo 31
  • Domenica 13 maggio 2018, ore 18: concerto per Céide Fields: musica antica irlandese presso la chiesa di San Teonisto, via San Nicolò 31 a Treviso

Il Premio Carlo Scarpa 2018 proseguirà con altre iniziative pubbliche, anche a carattere internazionale, nel corso dell’anno.

Per informazioni sull’evento:

Fondazione Benetton Studi Ricerche, via Cornarotta 7-9, 31100 Treviso

T. 0422 5121, F 0422 579483, fbsr@fbsr.it, www.fbsr.it

Questa iniziativa culturale è patrocinata dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, dalla Regione del Veneto e dalla Città di Treviso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here