Home News Bonifiche di siti inquinanti, il CUTFAA racconta le strategie nazionali

Bonifiche di siti inquinanti, il CUTFAA racconta le strategie nazionali

1004
0
Bonifiche di siti inquinanti

Il Comando Unità per la Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare Carabinieri propone i “martedì della natura” un ciclo di incontri aperti al pubblico. Martedì 13 febbraio l’incontro, previsto per le ore 18.00 in Via Antonio Salandra, 44 a Roma, si occuperà delle nuove strategie e delle nuove prospettive nazionali in tema di bonifiche dei siti inquinati.

Bonifiche di siti inquinanti, la direttiva UE

Gli scarti: il risvolto più “scomodo” della vita sociale. Sono ingombranti o pericolosi, oppure entrambe le cose. Dove vanno a finire, è possibile smaltirli senza creare squilibri alla terra e senza incorrere in sanzioni onerosissime, imposte da organismi sovranazionali? L’Italia, in seguito alla scoperta di danni ambientali rilevanti dovuti alla presenza di discariche abusive contenenti rifiuti di varia natura, nel 2007 è stata condannata dall’Unione Europea al risanamento delle aree e, in seguito, per mancato e ritardato adeguamento, a pagare ingentissime sanzioni. Per affrontare questa grave situazione è stato creato l’ufficio del Commissario Straordinario il cui lavoro è finalizzato alla bonifica dei siti. Dalle iniziali 200 discariche dichiarate non conformi alle Direttive UE, 123 sono state messe in sicurezza o bonificate, mentre 73 sono le discariche abusive ancora oggetto di sentenza e su di esse si sta lavorando.

Il Commissario e gli autorevoli relatori del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e dell’Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale (ISPRA) faranno il punto sulla situazione e sulle prospettive future finalizzate al completo ripristino delle aree deturpate e inquinate.

L’incontro prevede gli interventi di:

  • Gen. B. Giuseppe Vadalà, Commissario straordinario per le bonifiche delle discariche abusive
  • Ing. Laura D’Aprile, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
  • D.ssa Ilde Gaudiello, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
  • Dr. Fabio Pascarella, ISPRA

 

Per maggiori informazioni su questo tema potete visitare la pagina governativa

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento!
Inserisci qui il tuo nome