Home Green Economy Mobilità sostenibile per un futuro a zero emissioni

Mobilità sostenibile per un futuro a zero emissioni

224
0
mobilità sostenibile bici

In un mondo in continuo divenire, in continua innovazione, la mobilità sostenibile riveste una posizione di grande interesse per quel che riguarda l’innovazione tecnologica all’insegna della sostenibilità ambientale.

Cosa si intende per mobilità sostenibile?

Con questo concetto si vogliono indicare tutte quelle modalità di trasporto, sia pubblico che privato, che riducono al minimo o azzerano del tutto il loro impatto ambientale.

Per essere più precisi, il World Business Council for Sustainable Development asserisce che con essa si intenda

dare alle persone la possibilità di spostarsi in libertà, comunicare e stabilire relazioni senza mai perdere di vista l’aspetto umano e quello ambientale, oggi come in futuro

Quindi, le caratteristiche principali della mobilità sostenibile sono:

  • minimo o nullo impatto ambientale
  • rapidità ed efficienza degli spostamenti
  • massimizzazione dell’efficienza

L’importanza di un cambiamento

Le ragioni per le quali è necessario apportare un cambiamento al mondo della mobilità così come lo abbiamo conosciuto finora sono molte.

I dati parlano chiaro: un quinto dell’energia mondiale prodotta viene consumata dal settore della mobilità; precisamente, il 40% di questa energia viene utilizzata per il traffico all’interno delle città.

Le esternalità negative prodotte dal trasporto privato e pubblico sono numerose:

  • smog
  • incidenti
  • inquinamento acustico
  • emissioni di gas serra
  • emissioni di polveri sottili
  • traffico

Tutti fattori che aggravano le già cattive condizioni del cambiamento climatico.

Inoltre, il Ministero dell’Ambiente italiano ha affermato che il passaggio a questo tipo di mobilità comporterebbe non solo un miglioramento dal punto di vista ambientale, ma anche per quanto riguarda l’aspetto economico e sociale, con un aumento dell’occupazione e un miglioramento delle relazioni sociali.

Proprio per queste ragioni, il passaggio a un tipo di mobilità sostenibile diviene una soluzione importante e necessaria.

Come raggiungere l’obiettivo

L’obiettivo della mobilità sostenibile è raggiungibile, quello che serve è un reale impegno da parte di governi e imprese, ma anche da parte dei cittadini.

Nel 2015, il MIT ha pubblicato uno studio dal titolo “On the road toward 2050“, studio nel quale i due professori di ingegneria Hewood e MacKenzie hanno condotto una ricerca sui consumi di carburante derivante dai trasporti.

Da questa ricerca è stato possibile dedurre che una riduzione del consumo di carburante fino al 50% entro il 2050 può essere concretamente realizzata.

Secondo Hewood e MacKenzie, i passaggi necessari per raggiungere questo ambizioso obiettivo sono:

  • miglioramento delle tecnologie: potenziamento delle prestazioni, biocarburanti, auto più leggere.
  • trasformazione del sistema dei trasporti: renderlo maggiormente efficiente, sostenibile, favorire la mobilità collettiva al posto di quella singola.
  • risparmio di carburante: miglioramento dei mezzi pubblici, utilizzo di bici, andare a piedi, utilizzare meno la propria vettura.

Quindi, le iniziative da attuare sono molteplici:

  • car sharing
  • car pooling
  • blocco del traffico
  • zone a traffico limitato (ztl)
  • piste ciclabili
  • pedaggio urbano (road pricing)
  • corsie preferenziali
  • smart city

Affinché il cambiamento sia concreto bisogna cambiare il modo di pensare gli spostamenti, modificare il rapporto che abbiamo con la nostra auto, il nostro modo di viaggiare. Rivoluzionare il modo con il quale ogni giorno ci spostiamo dal un luogo a un altro.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here