Home News Miami e New Orleans destinate a scomparire

Miami e New Orleans destinate a scomparire

991
0
miami skyline

Miami e New Orleans sono solo due tra le tantissime città americane destinate a scomparire sott’acqua entro questo stesso secolo, a causa del previsto innalzamento del mare e del riscaldamento globale.

Riscaldamento globale, Miami e New Orleans destinate a scomparire

Lo studio che ha disegnato questo scenario è stato pubblicato su Pnas (Proceedings of the National Academy of Sciences) e non lascia dubbio alcuno. Il dato certo infatti è che, qualunque sia l’impegno che potremmo mettere in campo per fermare il riscaldamento globale, oggi quanto in futuro, entrambe le città avranno un destino segnato.

Benjamin Strass, ricercatore presso “Climate Central”, un’organizzazione indipendente di scienziati e giornalisti che fanno ricerca riguardanti il cambiamento climatico ed il riscaldamento globale in America, ha analizzato due diverse ipotesi nel suo studio dedicato all’argomento. Una in cui le emissioni di CO2 restassero in costante salita al ritmo attuale ed una in cui, a causa di un netto cambio di rotta, diminuissero, influendo in maniera diversa sull’innalzamento del mare.

“Nella nostra analisi – sostiene Strass – il futuro di molte città dipende dalle scelte che stiamo facendo e che faremo sul carbonio; molte ma non tutte, perché altre le abbiamo già perse, come nel caso di Miami e New Orleans ma non solo”.

Sono quattrocentoquattordici le città americane che rischiano di finire sott’acqua

Secondo i ricercatori, sono 414 le città americane grandi o piccole che rischiano il punto di non ritorno a causa del riscaldamento globale. Sono moltissimi infatti i luoghi dove è ormai troppo tardi per fermare la minaccia dell’acqua che sale.
La città che sembra più a rischio è proprio New Orleans: “Anche se le emissioni di CO2 dovessero drasticamente calare – ha detto Strauss – il 98% della città finirà sotto il livello del mare“.

Lo Stato più esposto la Florida

Lo stato più esposto in assoluto è la Florida, con il maggior numero di città che resterebbero sommerse, seguito dalla California e dalla Louisiana. Anche New York è in pericolo: secondo gli studiosi, nella peggiore delle ipotesi, rischia di scomparire entro il 2085. Un cambiamento radicale nelle emissioni di CO2 però, può ancora salvare molte città costiere: secondo lo studio stesso, sono quattordici le città con oltre 100.000 abitanti che potrebbero salvarsi…in questo secolo.

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento!
Inserisci qui il tuo nome