Diritti e sostenibilità ambientale al centro del primo incontro di “Futura”

A Roma, nello storico quartiere della Garbatella, un tavolo di confronto per rifondare la sinistra italiana

Emanuela Visco
Pubblicato il 18 giugno, 2018, 1:54 pm

Rifondare una sinistra che guardi alla diversità come ricchezza, che faccia del rispetto dell’ambiente e dei diritti per tutti un caposaldo di civiltà. Si chiama Futura ed è una rete che ha l’idea di mettere in campo un nuovo modo di fare politica, quella capace di costruire ponti e di fare rete con le categorie dimenticate e con tutti coloro che sentono la responsabilità e l’urgenza di reagire a questo momento storico.

Futura, una rete di persone 

Alla Garbatella, nella storica sede della Villetta, si è svolta una giornata di riflessioni per ricominciare a costruire un nuovo fronte dell’opposizione. Al tavolo del confronto erano presenti il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che si è proposto per un rinnovamento radicale: “non dobbiamo contemplare quello che è accaduto e quello che sta accadendo, ma dobbiamo confrontarci su cosa fare per voltare pagina. Abbiamo bisogno di una rigenerazione per condividere una speranza. Abbiamo bisogno di coniugare l’innovazione con i diritti affinché siano davvero inclusivi per tutti, senza escludere nessuno, come le nuove generazioni”. Presente anche il giovanissimo eletto nell’VIII municipio Amedeo Ciaccheri, il Vicepresidente della Regione Lazio Smeriglio, il sindaco di Riace (Reggio Calabria) esempio importante di attuazione del modello di accoglienza diffusa e considerato per questo dalla rivista Future l’unico italiano tra i cinquanta personaggi più influenti al mondo. Hanno parlato sul palco anche la giornalista di Repubblica Federica Angeli e Giovanni Caudo, urbanista ex assessore della giunta Marino. Presente anche l’europarlamentare di Possibile Elly Schlein. L’incontro si chiude con l’intervento dell’ex presidente della Camera Laura Boldrini: “la nostra società è molto più avanti dei loro pregiudizi e glielo dobbiamo ricordare, lo dobbiamo dire forte, dobbiamo parlare”.

Alla fine dell’incontro l’onorevole Laura Boldrini e il Presidente della Regione Lazio parlano ai microfoni di Greenious per raccontare il loro punto di vista su diritti e questioni ambientali.

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)