Pallet pooling, Conad riduce l’impatto ambientale nei supermercati

Pallet CHEP a Emissioni Zero per Conad, grazie al progetto di gestione sostenibile dei pioppeti in collaborazione con PEFC

Pubblicato il 13 luglio, 2018, 3:38 pm

La movimentazione di merci che riguardano i supermercati ha da sempre avuto un peso in tema di impatto ambientale. Per questo motivo il marchio CONAD, insieme a CHEP (leader mondiale di soluzioni di pallet pooling) e PEFC Italia, ha avviato un progetto di pioppicoltura sostenibile al fine di contrastare i cambiamenti climatici e di neutralizzare le emissioni di “gas serra” prodotte dalla gestione dei pallet nella movimentazione dei prodotti a marchio Conad. Il cuore del progetto è rappresentato da importanti piantagioni in Pianura Padana per lo sviluppo di benefici ambientali, come l’assorbimento di anidride carbonica e la riduzione dell’inquinamento, nei territori vicinali ai propri più importanti siti logistici di stoccaggio e movimentazione dei prodotti a marchio Conad.

CONAD e CHEP: il pallet pooling per ridurre l’impatto ambientale

“Questo progetto”, dice Andrea Mantelli, responsabile della Supply Chain di Conad, avrà impatti positivi a livello ambientale, ma anche economici e sociali. Il finanziamento avrà infatti importanti ricadute sul territorio, promuovendo pratiche gestionali che riducono l’inquinamento da fertilizzanti e da pesticidi, e porterà benefici economici per le comunità coinvolte.” Marco Moritsch, Direttore Generale di CHEP Italia, afferma: “Sostenibilità ambientale ed efficienza della supply chain sono da sempre elementi portanti del nostro sistema di pooling. Il progetto Emissioni Zero in collaborazione con Conad ci rende molto orgogliosi e conferma il nostro impegno a continuare a portare concreti benefici per il territorio e le comunità in cui operiamo.” E’ proprio per i vantaggi in termini di efficienza e sostenibilità che Conad ha scelto il pallet pooling rispetto all’interscambio nella movimentazione dei prodotti a proprio marchio. Il progetto con PEFC Italia potenzia i benefici ambientali propri del sistema di pooling.

Grazie al calcolatore dell’Impatto Ambientale LCA certificato ISO14044, CHEP e Conad hanno quantificato in 1.231 tonnellate di CO2 l’impatto ambientale della gestione dei pallet CHEP per le spedizioni di prodotti a marchio Conad e insieme hanno quindi affidato a PEFC Italia (ente per la promozione della certificazione forestale sostenibile) l’identificazione di imprese agricole che assorbano un quantitativo pari e superiore tonnellate di CO2equivalenti.

Il finanziamento del progetto permette quindi di rendere concreta, in maniera del tutto volontaria, la neutralizzazione dei gas serra calcolati, con la promozione di attività sostenibili in Pianura Padana per una quantità uguale di anidride carbonica assorbita da piantagioni di pioppo. Le aziende agricole che partecipano al progetto, coordinate dall’Associazione Produttori Forestali ed Agroalimentari FORAGRI, si trovano in Piemonte e Lombardia.

Lascia un commento

  • (non sarà pubblicato)